Un’area di cantiere di circa 2740 metri quadrati è stata sequestrata dagli agenti della sezione di polizia edilizia del Corpo di Polizia Municipale di Lecce. Il proprietario del manufatto, titolare di permesso a costruire per la realizzazione di un’attività’ produttiva su più livelli, aveva stravolto il progetto

originario trasformando i quattro volumi tecnici destinati ad accogliere gli impianti tecnologici ed il piano espositivo in ambiente allestiti per civili abitazioni. L’uomo aveva realizzato, inoltre, un  manufatto destinato a deposito-garage. Dopo gli accertamenti dl caso il titolare del cantiere è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria.