L’incendio è stato domato in tempo prima che arrecasse seri danni al locale, ma resta il mistero sul perché qualcuno abbia tentato di dare alle fiamme il circolo privato “Amici del biliardo”, in via Piemonte, angolo via Sardegna, a Campi Salentina, gestito da Pompilio Guerrieri, omonimo dell’assessore comunale.

Per farlo, i malviventi hanno utilizzato del liquido infiammabile. Dopo aver infranto il vetro di una finestra che affaccia su via Sardegna, i banditi hanno versato all’interno dei locali la benzina, appiccando poi il fuoco. Effrazione ha fatto scattare l’allarme collegato all’istituto di vigilanza De Iaco, che ha inviato sul posto una pattuglia, temendo che fosse in atto un furto. Quando la guardia giurata ha visto le fiamme, tuttavia, ha subito composto il 115, richiedendo l’intervento dei vigili del fuoco, allertando allo stesso tempo i carabinieri.

I caschi rossi del distaccamento di Veglie hanno così raggiunto la zona, provvedendo a domare le fiamme che, nel frattempo, avevano attecchito quattro tavoli da biliardo, annerendo anche alcune pareti del locale.

I carabinieri della compagnia di Campi Salentina, invece, hanno provveduto ad effettuare i rilievi, alla ricerca di tracce lasciate dai malviventi.

Nessuno, pare abbia visto o sentito nulla. Il circolo privato, infatti, sorge in una zona periferica del paese. Ai carabinieri il compito di fare chiarezza sull’episodio.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − dieci =