E’ stata rinviata al 30 giugno l’udienza del Tribunale dell’appello cautelare di Taranto chiamato a decidere sulla posizione di Sabrina Misseri, detenuta nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio della cugina Sarah Scazzi, 15 anni, avvenuto il 26 agosto ad Avetrana, dopo la decisione della Corte di Cassazione

del 17 maggio scorso che ha annullato con rinvio una precedente ordinanza del Riesame che aveva rigettato un ricorso presentato dai legali della giovane in cui si chiedeva la sua scarcerazione. Erano presenti il pm della Procura Marino Buccoliero, il procuratore aggiunto Pietro Argentino e gli avvocati della difesa Franco Coppi e Nicola Marseglia, che non hanno voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti. Dopo un breve inizio stamane i lavori sono stati interrotti poiche’ mancavano degli atti dell’inchiesta.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 5 =