“Regione Puglia e Asl di Lecce fanno il gioco delle tre carte sulla Pet – Tac a Lecce, a spese dei cittadini”. Lo dichiarano in una nota i consiglieri regionali del centrodestra salentino, Rocco Palese, Antonio Barba, Andrea Caroppo, Erio Congedo, Roberto Marti e Mario Vadrucci.

“Dopo mesi in cui l’assessore Fiore si è mostrato anche parecchio infastidito dal dover risolvere la questione – dicono – ora la Regione ha finalmente rinnovato la convenzione per la Pet, ma la Asl di Lecce dice che non ha soldi per assegnare al centro convenzionato il budget, quindi quella convenzione resta sostanzialmente carta straccia. Due domande all’assessore Fiore e alla Asl di Lecce: non è che per caso la Regione ha rinnovato la convenzione solo per liberarsi del fastidioso problema ben sapendo che la Asl non avrebbe comunque potuto assegnare il budget? Eppoi: com’è possibile che la Asl di Lecce non abbia soldi per assegnare il budget al centro in convenzione e poi trova molti più soldi per rimborsare i pazienti leccesi che sono costretti ad andare fuori provincia o fuori regione per sottoporsi alla Pet – Tac? E’ una vergogna che i cittadini pagano sulla propria pelle e di tasca loro!”

CONDIVIDI