Blitz della capitaneria di porto di Gallipoli, scoperto un trasporto illecito di un ingente quantitativo di mitili non idonei al consumo umano. È avvenuto nella serata di ieri, quando i militari della Guardia Costiera hanno fermato, nei pressi del lungomare di Porto Cesareo, un furgone con a bordo circa 500 kg di mitili

che, con ogni probabilità, sarebbero stati successivamente distribuiti localmente a pescherie e ristoranti.
Il prodotto ittico, privo della prevista certificazione sanitaria e trasportato in condizioni igieniche precarie, è stato, con il concorso del servizio veterinario dell’ASL di Copertino, prontamente sequestrato ed inviato alla distruzione.
Al responsabile dell’illecito, un 41enne originario di Monteroni di Lecce, è stata comminata una sanzione amministrativa di 2.000€.
Va evidenziato come i mitili, di provenienza tarantina, hanno bisogno di un periodo di stabulazione in vasche ad acqua corrente così da potersi depurare dalla presenza di batteri nocivi per la salute umana.