Decisamente positivo il bilancio in casa della Scuderia Automobilistica Salento Motor Sport di Ruffano al termine del “45° Rally del Salento” in programma dal 16 al 18 giugno scorsi. Dei cinque equipaggi schierati in griglia di partenza, si è registrata sulla pedana di arrivo a Lecce, soltanto l’assenza della Citroen C2 A/6, numero 48 condotta da Pasquale Fiorito e Donato Parrotto.

La storica manifestazione rallistica della provincia di Lecce, è stata valevole anche per il Challenge di 7° Zona, ovvero quinto degli otto appuntamenti a calendario, con validità doppia, in termini di punteggio per la corsa al titolo di Zona.
Con il numero 37, l’equipaggio composto da Mauro Adamuccio e Salvatore Tridici, a bordo di una Renault New Clio R3C. «Giungere al traguardo è certamente una vittoria – spiega il driver ruffanese, Adamuccio – abbiamo colto un 21° piazzamento assoluto 8° in Classe R3C e 7° in Gruppo R; il nostro obiettivo era quello di conseguire quantomeno un quinto piazzamento di Classe, peraltro raggiunto proprio durante la prova in pista (La Conca); poi la penalità di trenta secondi subita per un ritardo in uscita dall’assistenza (causa un problema ad un sensore), lo spegnimento della macchina e mille altre traversie, ci ha costretti a ridimensionare i programmi. Soltanto per due piesse, ho potuto disporre di un auto al top. Ringrazio comunque il mio navigatore e chi ci ha sostenuto in particolar modo la “Cierre Confezioni” di Supersano e il “Mollifico Felsineo” di Bologna».

Con il numero 41, Fabrizio Mascia e Giorgio Caroli su Renault Clio Rs A/7 (44ª gara in carriera): «1° di classe A7, 1° di gruppo A, 23° assoluto, finalmente un risultato che mi soddisfa pienamente – esordisce Fabrizio “Bricius” Mascia – Innanzitutto perché conquistato sul campo, battagliando con i miei avversari fino all’ultima prova speciale, e poi perché mi sono davvero divertito a guidare la mia macchina, come non mi succedeva da tempo. Fin dalle prime prove speciali in pista a “La Conca”, sono riuscito ad imporre il mio ritmo, ed a guadagnare qualche secondo di vantaggio sui miei diretti rivali! Ho vinto! Abbiamo vinto! Grazie a questo punteggio – conclude Mascia – ora, sono primo nella classifica del Challenge di 7^ zona: posso trascorrere un’estate decisamente più rilassata!»

Pasquale Fiorito e Donato Parrotto su Citroen C2 A/6, numero 48, invece hanno dovuto cedere le armi sulla piesse 7: «Stava andando tutto bene – commenta il pilota ruffanese Fiorito – poi la penultima prova del venerdì ci è stata fatale. Durante una sinistra veloce, ho sbagliato l’impostazione della guida, andando a sbattere contro un muretto: purtroppo è stata colpa mia ma nonostante tutto, è stata una bellissima emozione, vissuta peraltro per la prima volta al volante. Sarà sicuramente un’esperienza da ripetere. Adesso, spero solo di poter sistemare la mia vettura, la quale è uscita da questo rally decisamente malconcia. L’intento ora è di sistemarla per il “3° Rally dei 5 Comuni”»

Con il numero 53 Sergio Pepe e Michele Caputo su Peugeot 106 FN2 si sono classificati 29esimi assoluti. «Siamo riusciti a conseguire il primo posto di Classe FN2 e di Gruppo FN ma abbiamo dovuto lottare contro la sfortuna – commenta il pilota di Surano, Sergio Pepe – Già durante la seconda piesse, della prova spettacolo “La Conca” il cofano della mia vettura si è aperto in pista, facendomi perdere trenta secondi. Dal giorno dopo ho provato a recuperare il gap ma subito dopo mi ha abbandonato la terza marcia: quindi problemi anche con il cambio e con l’aggravante di dover decidere se continuare o meno, visto che la sicurezza non era più ai massimi livelli, specie durante le staccate. Nonostante tutto siamo, riusciti ad andare avanti, grazie anche al mi navigatore Michele il quale ha dovuto coadiuvarmi anche nella gestione della leva del cambio. Abbiamo dimostrato di essere un equipaggio collaudato e in sintonia, soprattutto nella giornata di sabato quando abbiamo usato la testa per vincere soprattutto contro la sfortuna».

Infine, soddisfazione anche per l’equipaggio numero 54, composto da Lorenzo Filoni e Luca Leone su Peugeot 106 FN1, giunti al 33esimo posto assoluto. «Siamo arrivati a Lecce primi in Classe FN1 e secondi in Gruppo FN – spiega il driver di Sanarica Filoni – È stata una bella gara anche se faticosa e soprattutto asfissiante per il gran caldo che si respirava specie in abitacolo. Un importante risultato ottenuto dalla vettura più piccola dell’intero elenco iscritti. Ringrazio i meccanici per gli sforzi fatti, specie nel sopperire ad un problema con una sospensione. Abbiamo dimostrato che anche queste piccole vetture possono essere performanti, meritandosi il diritto di essere prese maggiormente in considerazione. Esser stati poi l’equipaggio ad aprire le danze a “La Conca”, è stata un’emozione ulteriore».

Infine, la Salento Motor Sport, del presidente Antonello Casto, ha conseguito un quarto posto nella speciale classifica riservata alle Scuderie partecipanti al “45° Rally del Salento”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 − 2 =