Rapinatori in azione a Leverano ma vengono immortalati dalle telecamere del sistema a circuito chiuso e presi dai carabinieri. Si Tratta di
Nestola Sandro, di 40 anni, e Q. M., minorenne, entrambi di Copertino, ritenuti responsabili della rapina avvenuta nella serata di ieri al distributore di Leverano dove si sono impossessati di 800 euro.

Per entrambi la fuga è terminata nella notte, dopo che i carabinieri della Tenenza di Copertino hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza dell’area di servizio. I militari hanno subito riconosciuto l’autovettura e i due uomini già noti alle forze dell’ordine. Così si sono messi subito sulle loro tracce, reperendo prima il minore, che nonostante la sua giovane età ha già dei precedenti specifici, e subito dopo il Nestola. Quest’ultimo però è stato rintraccio presso l’ospedale civile di Copertino poiché, in circostanze ancora al vaglio degli organi competenti, dopo aver fatto il colpo, si è procurato una frattura ad una gamba e quindi è stato ricoverato presso il nosocomio. Dalle perquisizione effettuate presso le abitazioni dei malviventi, i Carabinieri hanno anche rinvenuto i vestiti con i quali i due hanno messo in atto la rapina, prova, unitamente a quelle fornite dai filmati, che ha permesso di arrestare il Nestola Sandro e denunciare a piede libero il minorenne.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − due =