Oltre 200 Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, supportati da un elicottero e da unita’ cinofile, stanno conducendo un’importante operazione per eseguire una ventina di ordinanze di custodia cautelare per smantellare un’organizzazione di sfruttamento e induzione alla prostituzione

attiva nella provincia di Bari e con ramificazioni a Lecce e Genova. Le ordinanze sono state emesse dal Gip del Tribunale di Trani, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini svolte dalla Compagnia Carabinieri di Molfetta, a carico di altrettanti soggetti che dovranno rispondere anche di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, incendi ed estorsioni ai danni di alcune prostitute che si rifiutavano di pagare i loro ”protettori”. L’indagine ha consentito di accertare il costante reclutamento, direttamente in Sud America, delle prostitute che, una volta in Italia, stipulavano ”preliminari di acquisto” relativi ai casolari dove avrebbero poi esercitato. Sono inoltre in corso di esecuzione nel comune di Terlizzi (Bari) sequestri di roulotte, casolari e container utilizzati per svolgere l’attivita’ di prostituzione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × due =