Poteva finire in tragedia, se non fosse stato per il tempestivo intervento di un militare dell’arma fuori dal servizio, il grave fatto di sangue che si è verificato nella notte a Parabita, in via Trento.

 

Un gruppo di tre persone, infatti, dopo aver sfondato la porta di casa  di un operatore ecologico, e sotto gli occhi della moglie, hanno aggredito l’uomo, e sono stati interrotti dall’arrivo del carabiniere che ha sentito le urla provenire dall’abitazione.

L’uomo è stato soccorso e trasportato all’ ospedale di Casarano. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Casarano, anche per capire i motivi della spedizione punitiva.



CONDIVIDI