Pollice verde per la “marijuana” finisce in manette. Si tratta di Cristian Legittimo, un 31enne di Salve, già noto alle forze dell’ordine, accusato di coltivazione illegale di canapa indiana. I carabinieri lo controllavano già da un po’ di tempo, per i suoi sospetti movimenti in una campagna abbandonata nell’immediata periferia della cittadina.

 

Dopo diversi giorni di ricerche ed ispezioni i militari, la mattina di mercoledì scorso, hanno finalmente individuato il terreno con quattro rigogliose piantine di cannabis indica, alte dai 40 agli 85 centimetri.
Sono iniziati così gli appostamenti per risalire all’identità del coltivatore. Appostamenti che sono terminati ieri sera, intorno alle 20, quando il 31enne è arrivato in campagna, ha preso una tanica dell’acqua ed ha iniziato ad irrorare le piante.

A quel punto per l’uomo scattavano le manette e gli arresti domiciliari.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 20 =