E’ nato a Firenze, da genitori salentini Alessandro Persico, di 42 anni, ingegnere elettronico della Ferrari, che ieri sera si è costituito presso il commissariato di polizia di Rovereto, accusandosi dell’omicidio della sua ex compagna, nonché collega di lavoro, Barbara Cupponi, di 36 anni, ammazzata a coltellate domenica sera.

Persico, dopo aver ucciso la donna nella sua abitazione di Serramazzoni, provincia di Modena, dove si erano incontrati per festeggiare il compleanno della vittima, si era rifugiato in Trentino, salvo poi decidere di consegnarsi spontaneamente alle forze di polizia. Il delitto sarebbe legato a motivi passionali. Nel Salento, invece, risiederebbero i parenti dell’assassino, che dovrà rispondere di omicidio volontario.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × quattro =