Il Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, ha presentato un ordine del giorno per impegnare il Governo regionale a porre in essere ogni iniziativa che eviti lo svuotamento di competenze della Soprintendenza per i Beni archeologici e paesaggistici di Lecce.

L’ordine del giorno è stato sottoscritto anche dal capogruppo Rocco Palese (Pdl), da Sergio Blasi (Pd) e dagli altri consiglieri salentini. Contemporaneamente il presidente Negro ha annunciato che sabato prossimo l’Udc sarà impegnata in Piazza Sant’Oronzo a Lecce in una iniziativa di raccolta di firme per la difesa di questa istituzione la cui soppressione o svuotamento di competenze “potrebbe compromettere uno dei settori vitali della nostra economia, il turismo, che ha puntato sulla valorizzazione dei beni architettonici, artistici e archeologici  del territorio registrando un trend positivo di crescita dei flussi turistici, e creerebbe non pochi disagi alle imprese, ai professionisti e agli amministratori. Un’iniziativa che mira a mobilitare non solo le forze politiche ma anche il mondo accademico e comunque tutti i salentini”.
“La battaglia per non vedersi scippare la sede della Soprintendenza ai Beni archeologici e paesaggistici – ha sottolineato Salvatore Negro – deve vedere unite e compatte tutte le forze politiche del Salento. Ma va sgombrato il campo da ogni ipocrisia partendo dal dato oggettivo che si tratta della scelta di un Governo sempre più ‘ostaggio’ della Lega che vuole trasferirne le competenze nel capoluogo regionale”.
“Per queste ragioni – ha concluso il capogruppo Udc – tutte le forze politiche salentine, in particolare quelle che hanno incarichi di Governo, devono assumersi in questo momento le proprie responsabilità senza ipocrisie, privilegiando l’interesse del territorio”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 5 =