Un giardino in nome di Pietro Antonio Colazzo. Il comune di Ladispoli, dove ha vissuto 10 anni, rende omaggio allo 007 di Galatina, ucciso all’età di 48 anni, durante un attacco terroristico a Kabul, il 26 febbraio dello scorso anno.

Colazzo era un consigliere diplomatico dell’ambasciata italiana a Kabul, nonché agente segreto dell’Aise ed operava nel territorio di guerra da circa un anno e mezzo. L’attentato in cui perse la vita il salentino, rivendicato dai talebani, provocò almeno 18 vittime. Prima di essere ferito mortalmente da una raffica di kalashnikov, Colazzo contattò la polizia afghana, riuscendo così a salvare la vita ad altri quattro italiani.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.