“In democrazia – dichiara Giuseppe Venneri – vige il principio della maggioranza, che va sempre e comunque rispettato, anche quando il risultato finale è a proprio sfavore. Per questo affronto la sfiducia formalizzata da una parte del consiglio comunale

con molta serenità, convinto che nella vita gli incarichi, a differenza della dignità e della rettitudine morale, hanno un inizio ed una fine. Tuttavia, valutando politicamente la decisione dell’assise civica, vorrei ragionare assieme ai miei concittadini su un semplice dato di fatto. In appena 4 giorni un consigliere comunale, nella fattispecie Fabrizio Ferilli, ha cambiato così repentinamente e radicalmente idea sull’Amministrazione Comunale e, prima, in data 20 giugno, approva il bilancio previsionale, vale a dire l’atto “principe” di ogni esecutivo ed il documento più politico tra tutti e poi, 4 giorni dopo, in data 24 giugno, si fa convincere che quest’Amministrazione deve andare a casa. Se le sue motivazioni sulla caduta della mia Amministrazione fossero state puramente politiche, avrebbe potuto manifestarle in consiglio comunale, cosa che non ha fatto. È la prova provata che la sua scelta non ha nulla di politico né di amministrativo, visto che le sue attenzioni erano concentrate esclusivamente sulla gestione del Parco Naturale. Anche gli stessi Caiffa e Padovano hanno dimostrato che le loro scelte hanno avuto poca assonanza con motivazioni politiche, se è vero che al loro senatore di riferimento hanno garantito un certo comportamento, salvo poi attuarne uno diametralmente opposto. Si tratta di strategie esclusivamente personali, sulle quali mi auguro che gli organi competenti accendano un faro e su cui i cittadini di Gallipoli possano riflettere. Lascio la guida della città con la consapevolezza di aver lavorato nell’esclusivo interesse della mia comunità: ringrazio i cittadini che non mi hanno mai fatto mancare il loro affetto ed ai quali chiedo di continuare ad amare, con la passione di sempre, la nostra meravigliosa Gallipoli. Ringrazio anche le gentildonne ed i galantuomini che hanno sostenuto con lealtà la mia Amministrazione, dimostrando di avere schiena dritta e dignità morale, i responsabili locale e provinciali del Pd, della lista Grande Gallipoli, i vertici locali e provinciali dell’Udc ed il consigliere Tommaso Scigliuzzo, dimostratosi moralmente corretto ed immune da pressioni esterne. Infine, sento di rivolgere un ringraziamento particolare ai consiglieri che hanno condiviso fino in fondo le scelte e gli indirizzi della mia amministrazione con chiarezza, coerenza, fermezza e soprattutto onestà. Per quanto mi riguarda, faccio gli auguri di buon lavoro al commissario prefettizio che sarà chiamato ad amministrare la città, nella certezza che saprà portare a termine i numerosi progetti pianificati in questi anni dalla mia Amministrazione. Sono altresì convinto che riuscirà a dare immediata esecuzione al bando per il “mercato coperto” e alla gestione della festa di S. Cristina, ormai prossima, che tanto stanno a cuore ai gallipolini”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 10 =