Sviene mentre brucia delle sterpaglie, le fiamme lo ardono vivo. E’ morto così Antonio Parente, 76enne di Squinzano, residente a Trepuzzi. La tragedia si è consumata nel pomeriggio, intorno alle 17, nelle campagne che sorgono tra Squinzano e Casalabate, nei pressi di Cerrate, in contrada “Masseria Nuova”. Qui l’uomo, contadino in pensione, curava un terreno di sua proprietà.

Un parente del pensionato, non vedendolo rincasare, ha dato l’allarme dopo averlo ritrovato semicarbonizzato sul terreno. Sul posto, i carabinieri della compagna di Campi Salentina, della stazione di Trepuzzi e di Squizano, giunti insieme ad un’ambulanza del 118. Il magistrato di turno, Nicola D’Amato, ha disposto il trasferimento del corpo di Parente presso la camera mortuaria del “Vito Fazzi”, dove verra’ effettuata l’autopsia.

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 10 =