Maltratta e perseguita la moglie in varie occasioni, alla fine intervengono i carabinieri che fanno scattare gli arresti per Mostafà Harmaz El, cittadino marocchino di 53 anni di Surbo, residente in Italia da tempo e sposato con un’italiana.

I militari, chiamati dalla moglie dell’uomo, sono intervenuti tempestivamente, scongiurando che l’uomo – con un coltello da cucina, poi sequestrato – potesse ferire la malcapitata, che in passato aveva già segnalato atti persecutori e particolarmente violenti da parte del marito.
L’intervento risolutivo, che ha visto l’assoluta condivisione del PM di turno della Procura della Repubblica di Lecce, ha così portato all’arresto in flagranza del malintenzionato e alla conseguente “liberazione” della donna, ormai flagellata dalle continue ed incessanti persecuzioni, anche violente, del marito.