Ancora un film per l’Estate Cavallinese, la rassegna di appuntamenti siglata dall’Amministrazione Comunale di Cavallino. Domani sera, 19 luglio, alla Casina Vernazza c’è la proiezione di “Vallanzasca. Gli angeli del male”, film del 2011 con la regia di Michele Placido

liberamente tratto da “Il fiore del male” di Carlo Bonini e Renato Vallanzasca, edito da Marco Tropea Editore, e “Lettera a Renato” di Renato Vallanzasca e Antonella D’Agostino, edito da Cosmopoli. La trama: anno 1985, Vallanzasca Renato, matricola 38529H, nato a Milano il 4 maggio del 1950, è rinchiuso in una cella di isolamento nel braccio di rigore della casa circondariale di Ariano Irpino. La sua propensione per il crimine si era rivelata sin da bambino quando, a nove anni, con la sua piccola banda libera una tigre da un circo. Così piccolo, ha già la stoffa del leader. Gli altri ragazzini, Enzo, Giorgio e Antonella, la “sorellina” venuta da Napoli, pendono dalle sue labbra. È quella prima ragazzata che gli apre le porte del carcere minorile, segnando la sua strada per sempre. Una volta uscito, dai piccoli furti nel quartiere passerà in rapida escalation alle rapine, ai sequestri di persona, agli omicidi. Renato Vallanzasca diventa “il boss della Comasina”. Inizio ore 21, ingresso libero.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 11 =