“La rinuncia agli arretrati diventi presto unanime”. Così la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone ha voluto ribadire l’opportunità della scelta dei gruppi di centrosinistra che hanno annunciato la rinuncia al rimborso per i tagli allo stipendio degli anni scorsi.

“In un contesto nel quale i cittadini sono vessati da sacrifici sempre meno sostenibili a causa della Finanziaria – ha detto – rifiutare quegli arretrati è un dovere morale e un segnale di consapevolezza della situazione di estrema difficoltà del Paese e della Puglia. Tuttavia non dobbiamo limitarci ad apprezzare un gesto. Sarebbe bello se questa decisione fosse presto condivisa da tutti i consiglieri, a qualsiasi schieramento appartengano. Sarebbe anche auspicabile che la rinuncia agli arretrati si trasformasse in qualcosa di utile nell’ottica del servizio ai cittadini, che deve essere sempre la priorità della politica. Questo gesto inoltre deve essere il primo passo di un percorso vero e realistico di riduzione degli sprechi e dei costi della politica, da perseguire come un impegno prioritario di questo governo regionale”.