Un albanese di 37 anni, B.D. residente a Carmiano, è stato arrestato in mattinata, dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce, per maltrattamenti nei confronti della moglie e del figlio minorenne e per violenza sessuale e abusi nei confronti sia della donna che delle altre due figlie minorenni.

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dal gip del Tribunale di Lecce Alcide Maritati su richiesta del pubblico ministero Carmen Ruggiero. L’indagine è partita dalla denuncia-querela presentata alla squadra mobile dalla donna la quale ha raccontato la vita coniugale accanto al compagno violento e spesso ubriaco che la picchiava e la costringeva a subire atti sessuali nonostante il suo rifiuto. La donna, inoltre, ha riferito agli agenti di essere venuta a conoscenza solo di recente di una realtà terribile che riguardava le proprie figlie, di 9 e di 12 anni, dopo una confidenza fattale da quella di appena nove anni. Un pomeriggio, mentre la madre e l’altra sorella erano andate dal medico, il padre l’avrebbe costretta ad un rapporto sessuale. Per questo motivo, Venivano ascoltati anche i tre ragazzi. Il cui racconto rilevava una realtà terribile e estremamente dolorosa. Il 37enne ora si trova rinchiuso in una cella di Borgo San Nicola

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × tre =