L’agenzia delle entrate di Bari, ha disposto la sospensione temporanea dell’esercizio di due attivita’ commerciali per la durata di tre giorni consecutivi.

La sospensione nasce in seguito a quattro distinte violazioni riguardanti la mancata emissione di ricevute e scontrini fiscali, constatate nell’arco dell’ultimo quinquennio, nei confronti dei titolari  extracomunitari delle due ditte di Lecce, operanti entrambe negli articoli casalinghi.

I provvedimenti notificati ai due esercenti recidivi nel non ottemperare agli obblighi fiscali sono stati eseguiti in questi giorni.

Dall’inizio dell’anno ad oggi, nello specifico settore la guardia di finanza di Lecce ha eseguito 35 provvedimenti di chiusura di esercizi commerciali, inoltrando all’agenzia delle entrate 96 nuove proposte di chiusura.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 − cinque =