Riceviamo e pubblichiamo una nota di Cosimo Esposito dei Giovani Democratici copertinesi. Una denuncia esplicita sullo stato di incuria in cui versano alcune aree pubbliche del paese

Altro che opere di “riqualificazione dell’area attraverso una manutenzione straordinaria”, come sostenuto dai consiglieri comunali Valentino e Castrignanò, insieme all’Assessore Dell’Anna che la settimana scorsa si sono resi protagonisti di una curiosa iniziativa per “bonificare il parco e renderlo fruibile a persone di età diverse: dai più piccoli ai più anziani”. La situazione della Villa Comunale “So Carlo” invece è devastante.

“La pavimentazione della Villa risulta deteriorata e in alcuni tratti sradicata, alcune parti della recinzione delle aiuole sono mancanti, le zone verdi sono abbandonate e stracolme di carte, bottiglie e cocci di vetro ovunque. Mancano anche i cestini per i rifiuti, l’impianto di illuminazione è danneggiato e molta della segnaletica informativa è stata divelta”.
Poi ci sono i soliti atti di vandalismo che nessuno cerca di reprimere, o meglio ancora, prevenire con un controllo del parco continuo”. Infine, c’è da registrare la situazione del campo di bocce, praticamente inutilizzabile, e della pista di pattinaggio, molto pericolosa per i bambini che vanno a giocare poiché, ormai, sprovvista in molti punti delle necessarie protezioni”.

“Eppure, non meno di tre anni fa, la vecchia amministrazione Marcucci operò un importante intervento di recupero che portò alla ristrutturazione di buona parte della Villa Comunale, restituendo alla Città un luogo caro ai copertinesi. Un anno di commissariamento e due anni di Amministrazione Rosafio hanno portato a questo stato di cose: degrado, incuria, pericolo”.
“Vista la situazione, la Villa Comunale avrebbe bisogno di un nuovo intervento straordinario per ripristinare le condizione di sicurezza. Inoltre, ricordiamo ai 3 Consiglieri con il “pollice verde” che le opere di manutenzione delle aree verdi sono compiti della Multiservizi che percepisce per questo scopo 500 mila euro all’anno attraverso le tasse pagate dai cittadini copertinesi”.
“Ci chiediamo come mai questa amministrazione non riesce a pianificare neanche gli interventi di ordinaria amministrazione su i pochissimi polmoni verdi presenti a Copertino”.
“È facile affidarsi a questi interventi di mera propaganda politica, molto più difficile governare: e questa amministrazione si sta rivelando sempre meno all’altezza”.