Alle prime luci dell’alba di oggi, i militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Lecce, del Gruppo Aereonavale di Taranto e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari,  hanno rintracciato in località Punta Ristola, vicino Leuca, 36 clandestini di nazionalità Afghana, Turca e Tunisina, appena sbarcati sul litorale adriatico.

Contemporaneamente, unità navali della Sezione Operativa Navale delle Fiamme Gialle di Gallipoli procedevano al recupero di un gommone oceanico di circa 11 metri con due motori da 350 cavalli appena spiaggiato.

I cittadini extracomunitari, tutti maschi e maggiorenni sono stati rifocillati dai militari e, dopo le prime cure sanitarie e l’identificazione, saranno avviati presso strutture specializzate.

Dall’inizio dell’anno, nel comparto del contrasto al traffico di essere umani, sono stati arrestati 13 scafisti, sequestrate 10 imbarcazioni (4 gommoni, 4 barche a vela, un motopeschereccio e un motoscafo) e sono stati rintracciati 612 extracomunitari di varie etnie.

L’attività di servizio è stata svolta anche nell’ambito dell’operazione congiunta “AENEAS 2011”, condotta, al pari dell’operazione “ERMES” di Lampedusa, dall’Agenzia Europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell’Unione Europea (FRONTEX), che vede il coinvolgimento dei mezzi aeronavali della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto e di altri paesi europei, al fine di contrastare i flussi migratori clandestini provenienti dalle coste della Turchia e della Grecia e diretti verso il litorale pugliese e calabrese.