{youtube width=”400″ height=”300″}_MvoEJHCVqY{/youtube}

Si sono da poco concluse le indagini delle fiamme gialle, che hanno portato alla denuncia di un 60enne di Lecce, che da ben 19 anni si fingeva cieco per ottenere la pensione di invalidità dall’INPS e che ha frodato l’ente per 113.000 euro.

L’uomo è stato scoperto in seguito ad una denuncia di un cittadino, che ha segnalato alle forze dell’ordine l’irregolarità. Gli operatori della guardia di finanza hanno  così avviato una serie di controlli sulla documentazione rilasciata negli uffici dell’INPS e una volta accertatisi che il 60enne era stato dichiarato “cieco assoluto”,  lo hanno pedinato e osservato i suoi movimenti.

 

E “cieco assoluto” il 60enne proprio non sembrava, visto il filmato portato come prova dalle fiamme gialle. L’uomo infatti si vede scendere per strada senza alcun aiuto, attraversare la strada, gettare persino un sacchetto dell’immondizia centrando il bidone da una certa distanza. Altre immagini lo catturano a fare compere in un supermercato della città, a leggere un giornale e a riparare una bicicletta.

E’ stato accertato che il “falso cieco” ha frodato l’INPS, recependo una somma totale di 113.000 euro, che adesso dovranno essere restituiti, come impone la denuncia penale. E le indagini controlleranno anche la buona fede o meno dei responsabili che nel 1992 lo dichiararono “cieco parziale” e nel 2004, “assoluto”, consentendogli di ricevere l’indennità indebitamente.

E’ da accertare infatti, come mai due anni fa il 60enne abbia superato una visita medica oculistica senza nessun problema, pur essendo ormai palese che la sua vista fosse perfetta.

Il 60enne risponde quindi adesso di truffa e la denuncia si aggiunge ai suoi già numerosi precedenti penali, accumulati dal 1968 e che riguardano reati di diverso tipo: dal furto e ricettazione, al contrabbando, a falsa dichiarazione a guida senza patente.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − 5 =