Ancora un tentativo di sbarco di cittadini extracomunitari lungo le coste pugliesi, sventato dalla Guardia di Finanza. Nel corso della notte, al largo di Santa Maria di Leuca, unita’ navali della Guardia di Finanza hanno individuato e fermato una imbarcazione a vela, con una falsa bandiera tedesca, con a bordo 40 migranti extracomunitari, diretta verso le coste salentine.

I militari della Guardia di Finanza sono quindi riusciti a salire sul motoveliero, in realtà di bandiera turca, ed a trasbordare i clandestini, trasferiti nel porto di Gallipoli, individuando il presunto scafista, di nazionalità turca.
I clandestini, tra cui due minori ed una donna, di presunta origine afgana e pakistana, dopo i primi soccorsi di rito, sono stati condotti al centro “Don Tonino Bello” di Otranto, dove sono in corso di svolgimento da parte dei Finanzieri del comparto aeronavale, in collaborazione con i Baschi Verdi del Comando Provinciale di Lecce, le rituali procedure di identificazione e indagini, finalizzate anche all’arresto dello scafista ed alla individuazione di eventuali complici nascosti tra i clandestini.
L’attività di servizio, che ha visto coinvolti il Gruppo Aeronavale di Taranto, il Reparto Operativo Aeronavale di Bari ed il Comando Provinciale di Lecce, è stata svolta anche nell’ambito dell’Operazione congiunta “AENEAS 2011”, condotta dall’Agenzia Europea FRONTEX, finalizzata al contrasto delle organizzazione dedite al traffico illecito di migranti clandestini verso le coste pugliesi.
Appena ieri notte, le unità navali della Guardia di Finanza avevano intercettato e fermato, sempre al largo di Santa Maria di Leuca, un’altra imbarcazione a vela con 89 clandestini, arrestando tre scafisti.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × uno =