I carabinieri lo controllavano e lo pedinavano già da qualche giorno, proprio perché il suo modo di agire faceva supporre un comportamento non proprio immacolato, e infatti ieri sera è stato arrestato. Si tratta di Cosimo Misciali, 33enne, accusato di detenzione ai fini di spaccio.

L’episodio è avvenuto ieri sera quando l’uomo è tornato a casa, dove ad attenderlo c’erano i carabinieri in borghese. Non appena notati i militari, il Misciali, per evitare una accurata perquisizione domiciliare, ha consegnato spontaneamente 2 confezioni di cellophane, una contenente 1,5 e l’altra 8,5 grammi di hashish, con la speranza che i carabinieri si accontentassero e non approfondissero i controlli. A quel punto, invece, i controlli continuavano e i carabinieri ritrovavano all’interno di una credenza in salotto, altri 75 grammi di hashish. La droga  e € 80 trovate addosso al 33enne, e ritenute provento dell’illecita attivita’ di spaccio, sono state sequestrate.L’uomo è stato trasferito nel carcere di Lecce.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × due =