Non si è fatta attendere la risposta di Silvano Macculi, assessore provinciale al Bilancio, in merito alla richiesta a mezzo stampa del presidente provinciale di Federconsumatori Antonio Moscaggiuri di “attivarsi per la risoluzione dell’annoso problema dei rifiuti al fine di evitare che le inefficienze del sistema continuino a ricadere sulle famiglie e sui consumatori-utenti, già profondamente segnati dalla crisi economica”.

L’assessore Macculi, in merito a quanto comunicato dal presidente provinciale di Federconsumatori Antonio Moscaggiuri precisa che “quando l’amministrazione Gabellone si è insediata si è trovata ad affrontare un’estate in cui c’erano 12mila tonnellate di rifiuti che stazionavano nelle  strade del nostra provincia. I salentini ed turisti increduli si sono trovati, in quel periodo, ad essere inconsapevoli spettatori di immagini e situazioni raccapriccianti, in cui cassonetti stracolmi deturpavano il paesaggio  e le bellezze architettoniche del nostro Salento. Per dare un’idea della dimensione del problema che abbiamo affrontato basti pensare che oggi, l’emergenza di Napoli, presenta valori notevolmente inferiori a quella cifra ”.

“Il presidente Gabellone  – continua Macculi – si è speso in prima persona per affrontare una situazione che aveva ereditato dalle precedenti amministrazioni di centro sinistra che, in quindici anni di governo, non erano riuscite a far uscire il Salento da una situazione di “emergenza cronica”. Con la responsabilità che da sempre ci ha contraddistinti ci siamo fatti carico di questa difficile realtà e da subito abbiamo attivato tutti gli strumenti necessari per affrontarla e, tra questi, ricordo la costituzione di una Comitato per il coordinamento ed il controllo dei rifiuti”.

“Spiace sottolineare, nel rispetto dei ruoli e delle rispettive competenze, che queste sollecitazioni avanzate da Federconsumatori siano pervenute, non come magari sarebbe stato opportuno, attraverso la normale attività amministrativa che ogni giorno i nostri uffici mettono in campo ma che, invece, si sia preferito utilizzare i canali mediatici per chiedere l’avvio di un incontro tecnico.  A questo punto mi chiedo come mai tanta solerzia non sia stata profusa in passato dal presidente Moscaggiuri, quando  ad amministrare la Provincia c’erano giunte di un altro colore politico”.

“La Provincia di Lecce, comunque, non presta il fianco a strumentalizzazioni politiche su un argomento tanto importante per la vita di tutti i salentini e comunica che a breve ci attiveremo per avviare l’incontro richiesto”, conclude Silvano Macculi.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × due =