Su un gommone in avaria, a 21 miglia dalla costa salentina. Una decina di extracomunitari, tutti maschi adulti, tra libici ed egiziani, sono stati soccorsi in acque internazionali dagli uomini della capitaneria di porto di Otranto.

I clandestini sono stati avvistati verso le 10, nel mezzo del Canale d’Otranto, da un rimorchiatore d’altura diretto a Trieste, che ha subito allertato la capitaneria, provvedendo, nel frattempo, a soccorrere i naufraghi. I militari, agli ordini del comandante Donato Ostuni, hanno poi agganciato il gommone, provvedendo al trasbordo dei clandestini ed al rimorchio dell’imbarcazione, condotto fino al porto idruntino, dove è giunto in tarda mattinata. Gli extracomunitari, in queste ore, si trovano presso il centro di prima accoglienza Don Tonino Bello, per le rituali procedure di identificazione.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − quindici =