In scooter passano con il rosso ma vengono bloccati dai carabinieri, uno dei due cerca di disfarsi della droga, ma troppo tardi e finiscono dritti in prigione. Si tratta di De Giovanni Samuel, leccese trentaquattrenne, e Ratti Massimiliano, ventinovenne di Pavia, quest’ultimo in vacanza nel salento accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’episodio è avvenuto ieri sera, quando i carabinieri erano impegnati in un giro di perlustrazione in città, e hanno visto i due, in sella a uno scooter Vespa Piaggio, passare l’incrocio, tra via Felice Cavallotti e via Trinchese, con il semaforo rosso. A quel punto, avendo assistito alla violazione, ed al fine di contestare la mancanza commessa, i militari si mettevano all’inseguimento, segnalando la loro presenza con l’impiego dei dispositivi sia luminosi che acustici, ma i due, accortisi della presenza dei militari anziché interrompere la marcia tentavano, con manovre repentine, di seminare i carabinieri. La corsa veniva però interrotta all’inizio di via Imperatore Adriano, dove i due ragazzi venivano controllati. E, a un certo punto, De Giovanni, dando le spalle ai militari lasciava cadere per terra un involucro in plastica di grosse dimensioni e poi tentava di coprirlo con il piede. Tutta questa manovra veniva però notata dai militari presenti che recuperato il fagottino contenente 96 grammi di infiorescenze essiccate di marijuana. A quel punto per i due scattavano le manette

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.