In questi anni ha fatto parte di varie formazioni, passando da una cover band dei Dream Theater ad una di rock classico, da una band blues, a una band di musica country-rock. Nel 2006 con i “Faraday’s Cage”, band pop-rock , nota nel territorio barese, vince il noto “Tatera Open Festival”e il premio come miglior chitarrista Puglia e Basilicata al “Tour Music Fest”.

Nell’ Ottobre 2007 si trasferisce a Roma, perfeziona gli studi teorici acquisendo anche tecniche tipicamente jazzistiche sempre con applicazioni nel rock e nel blues. Diventa insegnate di chitarra rock-blues presso la scuola “Rock/Blues Music School” dove attualmente insegna sia individualmente che con delle clinic sul rock/blues o sui vari maestri del genere spiegando e insegnando queste tecniche.  
Partiamo dalle tue origini artistiche, quando hai iniziato a interessarti alla musica?

Ho iniziato ad appassionarmi allo strumento all’età di diciotto anni perché frequentavo dei musicisti.

Qual è il tuo pregio e il tuo peggior difetto artisticamente?

Senza ombra di dubbio, il mio pregio migliore é, la sensibilità artistica che mi spinge a comporre e a trascrivere delle note emozionando (a detta di molti). Il mio suono é prettamente melodico, tipico della tradizione italiana ma con la variante delle influenze americane, nello specifico del RockBlues. Il mio difetto é che essendo un chitarrista autodidatta, ho piccole difficoltà a non fare il solista, quindi l’accompagnamento.

Come nasce una tua composizione?Che cosa smuove il tuo spirito creativo?

Non c’è mai una regola fissa, mi capita di avere l’ispirazione in qualsiasi momento della giornata, indipendentemente dall’esito della giornata, o positiva (quindi nascono brani un po’ più rock) o negativa e melanconica (nascono delle ballate più melodiche ma senza dubbio più orecchiabili e più riuscite).  Mi piace stare a contatto con persone che hanno come me la passione e musicalmente con l’orecchio aperto, acquisisco i loro consigli e mi confronto con loro.

Tra le tue varie esperienze e collaborazioni, quali ricordi con soddisfazione?

Nel 2006 suonavo in un gruppo poprock, i Faraday’s Cage, con i quali presi parte a numerosi concorsi e in uno dei quali vinsi il premio miglior chitarrista Puglia e Basilicata. Inoltre ho avuto l’onore di aprire serate a Ciro Manna, Giuseppe Scarciglia e Maurizio Vercon.  

Ci vuoi parlare dei tuoi attuali progetti musicali?

Attualmente sto lavorando sul mio primo album da solista in uscita il prossimo Settembre con l’ausilio della Casa Discografica VideoRadio. Dal 2009 ho dato vita ad una cover band (unica in Italia) del chitarrista americano Andy Timmons; il mio trio é composto da Roberto Veneziano alla batteria e Marcello Veneziano al Basso.

Hai un sogno in particolare che ti piacerebbe realizzare?

Vorrei avere l’onore di aprire e suonare insieme al mio artista preferito di sempre, Andy Timmons.


Che cosa dobbiamo aspettarci in futuro?

Ho in mente tanti progetti musicali, l’uscita di altri album, numerosi concerti, collaborazioni artistiche e perché no, suonare anche all’estero sarebbe il mio sogno più grande.

Siamo alla conclusione, grazie per il tempo dedicatoci. A te l’ultima parola…

Comprate il mio album…

www.myspace.comdariolamagna
www.facebook.comdariolamagnaband
www.youtube.comdariolamagnaband

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.