Sabato 16 luglio saranno Lou Reed, Verdena e Giovanni Lindo Ferretti gli ospiti principali della terza giornata della 25esima edizione di Italia Wave Love Festival. Quattro giornate dense di appuntamenti, eventi, concerti, mostre, cinema, fumetto, installazioni e workshop.

Il programma parte alle 10.00 con il Wake up stage all’ombra della pineta dell’Ostello del Sole di San Cataldo, marina di Lecce a pochi chilometri dalla città. Sul palco apriranno i Double M Sound, da Arezzo sono i vincitori di Aspettando Italia Wave, il concorso rivolto agli studenti superiori toscani. A seguire i molisani Dll, indubbio che nel loro carnet di ascolti il nu metal, il rap e gli italiani Linea 77 abbiano rappresentato ben più di una dieta passeggera. Subito dopo i marchigiani Contradamerla, attivi da parecchi anni fin dal nome, si presentano come un «un’espressione sonora sinceramente contemporanea e profondamente pop». E poi gli Elizabeth, un gruppo rock emiliano che si è fatto le ossa sulla solida tradizione musicale britannica. Chiudono la mattina The Cyborgs, una two robot band dal look futurista e dal sound che gli stessi definiscono come electrofunkblues.

Dopo una breve pausa di due ore all’Ostello si riparte con lo Psycho Stage che offrirà uno spaccato delle migliori realtà emergenti italiane, gruppo indie e vincitori del concorso “Italia Wave Band” e nomi già noti della scena indipendente nostrana e qualche big internazionale. Il pomeriggio parte alle 15 con i liguri Fetish Calaveras, abili a usare gli stilemi del rockabilly anni 50 e a unirli a un cantato che s’ispira a un grande come Fred Buscaglione. Subito dopo sul palco i veneti The White Mega Giant, durante l’ascolto vengono in mente i Mogwai, con quei saliscendi chitarristici che fanno venire brividi e vertigini. Aumentate il tasso di rumore e siamo quasi nel posto giusto. Dal veneto alla lombardia spazio ai Yokoano, una band indefinibile (e dotata di una tecnica sopraffina) e con uno stile rock originale e decisamente maturo. A seguire atteso concerto dei Kalweit and the spokes, guidati da Georgeanne Kalweit, già cantante dei Delta V che torna sui palchi italiani con una nuova veste artistica, proponendosi con una musica sfaccettata e trasversale. Lo Psycho propone, poi, i Quintorigo che tornano sulle scene riscoprendo la loro anima rock, grazie anche alla grintosa voce del nuovo cantante Luca Sapio. Chiudono il pomeriggio gli Ex-Otago, che negli anni hanno regalato al Festival spettacoli indimenticabili di folk-pop solare e gioioso unito ai freestyle rap di Pernazza. Il gruppo ligure sbarcherà anche a San Cataldo, reduce da una originale campagna di azionariato popolare volta a produrre il nuovo album Mezze Stagioni, dove gli stessi fan degli Ex-Otago hanno contribuito in anticipo ai costi delle registrazioni.

Al Lido York di San Cataldo è allestito lo spazio principale di Cultwave. Tra le 17 e le 19 il pubblico del festival potrà prendere parte a incontri, interviste, reading. Sabato 16 luglio si parte alle 17.00 con Xl Forum e l’intervista ai Verdena. Subito dopo spazio ad un incontro dal titolo “Altro calcio e dintorni: giocatori da 800 euro al mese, violenza e fallimenti”, che si concentrerà sulla faccia nascosta del pallone, quella delle serie minori. All’incontro interverranno Damiano Tommasi, ex calciatore e attuale presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, e Marco Mathieu, giornalista de la Repubblica. In chiusura lo scrittore aretino Francesco Cortonesi propone un reading dal suo libro Gotham Polaroid pubblicato da Lupo Editore nella collana Coolibrì.

Il genere horror sarà protagonista anche del ciclo di proiezioni di CineWave, realizzato in collaborazione con il Cineclub “Fiori di Fuoco”: presso la Libreria Ergot quattro giornate da brivido per rinfrescare l’estate leccese, con film rappresentativi della storia del cinema dell’orrore (ma che non mancheranno di strappare qualche risata), e una eccezionale rassegna di cortometraggi dall’archivio del Festival del Cinema Invisibile di Lecce. Dopo mezzanotte appuntamento con Midnight Shorts, serie di corti horror.

Alle 19.00 tutti allo Stadio Via Del Mare di Lecce con il concerto sul Main Stage. Alle 21.15 attesa esibizione di Lou Reed, una delle figure più leggendarie del rock’n’roll, prima come leader del gruppo rivoluzionario dei Velvet Underground e poi come artista solista, che ha deciso di regalare al proprio pubblico un tour europeo. Il controverso artista newyorkese, ha appena compiuto 69 anni e torna con una line-up allargata e comprensiva di sax, tastiere e pianoforte che ripercorrerà buona parte del suo repertorio della fine degli anni 70. La serata si aprirà con i toscani The Venkmans, che al suono indie pop di band come Kaiser Chiefs o Franz Ferdinand aggiungono anche un sapore pop elettronico che non guasta certamente e ne aumenta l’appeal commerciale. Subito dopo The Serge Gainsbourg Experience che nasce due anni fa dall’idea del frontman Brad Scott di rendere omaggio, e allo stesso tempo dissacrare, l’anima rock del famoso chansonnier francese dal quale prendono il nome. Dopo Lou Reed direttamente dal Brasile arrivano Vivendo Do Òcio, nome ispirato alle loro oziose serate di musica. Suonano un rock crudo e essenziale ma molto versatile, in un mix di melodia e ritmo fra rock britannico e autentico sound brasileiro. In chiusura spazio ai Verdena. A fine 1997 un trio di diciottenni inviò un demotape omonimo per le selezioni regionali di ArezzoWave; pochi mesi dopo si ritrovarono a suonare sul palco della finale al Bloom di Mezzago. Passati 14 anni i Verdena pubblicano un imponente doppio album composto da 27 tracce (il loro White Album?), un album che fa dell’emotività e dell’eclettismo i suoi punti di forza e che esce dopo 3 anni trascorsi in sala di registrazione. E torneranno sul palco del festival che li ha visti compiere i primi passi.
Ingresso 25 euro (dp). I bambini sotto i 12 anni entrano gratis, con i genitori potranno girare lo stadio, attrezzato con un ristorante, vari stand gastronomici, un mercatino (con circa 20 espositori provenienti da tutta Italia) e con gli spazi riservati agli sponsor che regaleranno gadget al pubblico. Allo stand di XL i disegnatori personalizzeranno le copertine e faranno body tatoo.

Poche ore dopo la fine dei concerti sul Main Stage, la musica continua all’alba della domenica con Giovanni Lindo Ferretti e il suo “A Cuor Contento” che approda sulle spiagge di Lecce per un concerto unico e irripetibile. Alle 5 del mattino, proprio durante il levare del sole, lo storico cantante di Cccp, Csi e Pgr nell’ostello del sole di San Cataldo ripercorrerà tutta la sua carriera musicale in una performance intima e particolare – riservata solo a circa 1000 persone (tutto esaurito da molte settimane) – con l’esclusivo accompagnamento di Ezio Bonicelli e Luca A. Rossi degli Ustmamò.

Presso le Officine Cantelmo, nel centro della città di Lecce, tutti i giorni spazio ad una mostra con esposizione di tavole in anteprima assoluta tratte dal futuro numero 300 di Dylan Dog. Inoltre Altromercato, la maggiore organizzazione italiana di commercio equo e solidale, porta alle Cantelmo i vincitori del concorso fotografico “Caffè Impresso” e di cortometraggio “CCC Cercasi. Corti di Cibo e Cultura”, allestirà la mostra che raccoglie i migliori scatti realizzati sul tema del “caffé” e proietterà i cortometraggi più originali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + diciotto =