Un evento di portata nazionale è l’Italia Wave Love Festival, che per la sua 25esima edizione quest’anno lascia la nativa Toscana per sbarcare in Puglia. A Lecce per la precisione che dal 14 al 17 luglio diventerà teatro del più importante festival del rock in Italia.

Si attende un afflusso considerevole di giovani provenienti da tutta la Penisola, che accorreranno per assistere a quattro giorni no-stop di eventi, concerti, mostre, cinema, workshop ecc, e per festeggiare il 25esimo compleanno di questa manifestazione con artisti degni di nota.

 

“Tutta la città sarà investita dall’onda di Italia Wave, un’opportunità per il Salento e tutta la Puglia che si candida sempre di più come meta irrinunciabile di turismo musicale giovanile per l’estate 2011.”

Sono le parole soddisfatte del Primo Cittadino Paolo Perrone, che questa mattina ha presieduto alla conferenza di presentazione a Palazzo Carafa, assieme all’assessore provinciale alle attività culturali Simona Manca e a quello regionale Silvia Godelli.

Le location degli eventi in programma saranno diverse: in particolare lo stadio di Via del Mare di Lecce, denominato il Main Stage. Qui saranno ospitati grandi nomi della musica come Sud Sound System e Jimmy Cliff, il 14 luglio; assieme a questi anche alcuni gruppi provenienti dalla Tunisia e dal Marocco si esibiranno per la prima volta in Italia. Il 15 sarà la volta dei Kaiser Chiefs e di Paolo Nutini in esclusiva nazionale e il 16 il palco sarà tutto per il famosissimo Lou Reed e la sua band assieme a molti altri gruppi provenienti da tutto il mondo. La serata di chiusura sarà allietata dagli italiani che si esibiranno in via del Mare gratuitamente: tra questi ricordiamo i Modena City Ramblers, Daniele Silvestri e Cristina Donà.

Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale, ha permesso l’ingresso gratuito all’ultima serata, grazie a dei tagliandi che saranno disponibili nel numero di luglio di Repubblica XL, già in edicola dal 30 giugno. Una grande opportunità, senza contare il fatto che il costo delle altre serate è tra i più economici nel mondo.

L’ingresso avrà un costo di soli 15 euro, il 14 luglio, per arrivare fino a 25 euro, sabato 16. Tutte le altre iniziative sono invece completamente gratuite e si divideranno tra l’Ostello e il Lido York di San Cataldo. Due luoghi già frequentati dai giovani e che strariperanno di gioventù nei 4 giorni del festival.
Da sottolineare la tavola rotonda dedicata al celebre fumetto “Dylan Dog”, il 14 luglio e gli incontri dei giorni successivi sempre alla stessa ora – dalle 17 alle 19 – sulla spiaggia del Lido York, dai temi più scottanti: Medwave, Il mondo del calcio e i giovani tra fascismo e comunismo.

Diversi gruppi si esibiranno all’interno dell’Ostello di San Cataldo, mentre la Libreria Ergot – in piazzetta Ignazio Falconieri – concede il proprio spazio al cinema, con le proiezioni di alcuni famosi fil dell’orrore e di cortometraggi dell’archivio del Festival del Cinema Invisibile di Lecce.
Ancora, spazio anche ai workshop, realizzati con la collaborazione dell’Università del Salento e dedicati alla storia e al lavoro del djing in Italia, alla fotografia per lo spettacolo e molto altro.

Il programma completo e dettagliato è disponibile sul sito del festival, http://www.italiawave.com e da lì è possibile trovare tutte le indicazioni e come procurarsi i biglietti.

“Sono tanti gli organi che hanno collaborato a che questo festival si realizzasse nel Salento,” ci spiega l’assessore Silvia Godelli, “E’ stato un percorso che ha visto innanzitutto Comune, Provincia e Regione, lavorare in perfetta sinergia e poi a questi si sono anche aggiunti l’Università del Salento, gli sponsor e Trenitalia che per l’occasione ha messo a disposizione uno sconto del 10% sui treni che portano a Lecce nei giorni del Festival.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.