“Rivolgo un invito a tutte le componenti dell’ambiente giallorosso, dai media ai tifosi, perché diano un piccolo contributo alla causa: se ci daremo una mano sarà più facile raggiungere il nostro obiettivo”. Con queste parole l’amministratore delegato del Lecce Renato Cipollini lancia la campagna abbonamenti giallorossa per il campionato 2011/12.

“Pronti alla sfidA – sostieni i tuoi colori” è il titolo della campagna che chiama a raccolta i tifosi del Lecce invitandoli a supportare la sqaudra nella rincorsa alla salvezza nonostante il particolare momento societario.
La salvezza è appunto una sfida, “affascinante e difficilissima” dice Cipollini, che necessita di “un atto di fiducia”. La rosa giallorossa è ancora incompleta e fra le mani della nuova dirigenza ci sono poche risorse ma anche tanta buona volontà che porta Cipollini a guardare con positività al futuro prossimo: “Al 31 agosto speriamo di aver allestito una squadra all’altezza dei programmi”.
Rispetto allo scorso anno i prezzi degli abbonamenti rimangono sostanzialmente invariati: si parte dai 200 euro della curva per arrivare ai 1150 delle poltronissime, per quanto riguarda i nuovi abbonamenti. Prezzi più bassi invece per i tifosi che rinnoveranno il vecchio abbonamento, con la curva che scende a 170 euro e la tribuna est a 225 (contro i 265 dei nuovi abbonamenti). Interessante la formula famiglia, prevista però solo per i settori di tribuna est, Distinti e tribuna centrale, e riservata ai nuclei di almeno 2 persone: l’abbonamento per la tribuna est costa al “capofamiglia” quanto quello di curva, ma il cospicuo risparmio sta negli abbonamenti per gli altri componenti della famiglia: al primo componente aggiuntivo il biglietto di una singola partita verrebbe a costare, sempre in tribuna est, circa 7 euro. Le famiglie con più di 3 abbonati pagheranno invece solo le prime tre sottoscrizioni, ogni abbonamento aggiuntivo sarà gratuito.
“La crisi nazionale non ci consente di aumentare i prezzi”, afferma Cipollini, prezzi che comunque restano tra i più bassi della serie A, come tiene a precisare il segretario generale Adolfo Satarace, che affianca Cipollini in conferenza stampa: “Le modalità di spottoscrizione restano le stesse dello scorso anno; il diritto di prelazione potrà essere esercitato dall’1 al 6 agosto”.
Anche quest’anno sarà necessaria la tessera del tifoso per sottoscrivere gli abbonamenti, visto il naufragio della proposta della Roma (e di altre società) che chiedeva appunto di bypassare la sottoscrizione della tessera almeno per gli abbonamenti. L’unica novità è rappresentata dalla possibilità di vedersi assegnare digitalmente una fila e un posto fissi direttamente sulla tessera del tifoso.
Il calendario della serie A stilato ieri concede alla campagna 2011/12 una settimana di tempo in più visto che il Lecce nella prima giornata affronterà l’Inter a San Siro: c’è tempo dunque fino al 10 settembre, giorno dell’esordio dei giallorossi al Via del Mare contro l’Udinese.
Per la società nessun obiettivo numerico, solo una speranza: “Speriamo di raggiungere gli abbonati dello scorso anno – dice Cipollini – ma non abbiamo  fatto nessun tipo di previsione”.

Il lancio della campagna abbonamenti è stato anche l’occasione per presentare le maglie per la prossima stagione. Lo sponsor tecnico è sempre Asics che resta legata al Lecce pr almeno altre due stagioni; le maglie, disegnate dall’ufficio marketing della società di via Templari, hanno gli stessi colori dello scorso anno: oltre alle classiche strisce giallorosse della prima maglia che sarà accompagnata dai calzoncini blu nelle gare casalinghe) è confermata la seconda maglia bianca così come la terza, nera anche quest’anno. Non ci sarà più il lupo stilizzato sul petto dei giallorossi: quest’anno compare una rosa dei venti sul fianco destro con il sud e l’est evidenziati dai colori giallorossi. I tifosi sperano sia una bussola utile a non perdere la rotta.

CONDIVIDI