Il concorso di idee “Lecce Città Pubblica”, che per due giorni ha “occupato” la sala convegni del rettorato dell’Università del Salento, si è concluso con la premiazione di sette progetti perché la commissione, presieduta dall’assessore alle Politiche del territorio della Regione Puglia, Angela Barbanente,

ha ritenuto, all’unanimità, di valorizzare la capacità di aderire allo spirito del bando che era stato pensato per far emergere l’originalità e la multidisciplinarità dei lavori, oltre che la qualità tecnica delle proposte. Il primo premio è stato assegnato a “Ciclopica – L’infrastruttura trasparente che sposta la città”, presentato da Andrea Alba, Maria Donata Bologna e Giulio Elia. Il progetto è finalizzato alla costruzione di una mappa che disegna sulla città una rete di strade sicure per la mobilità in bici, di percorsi condivisi con gli utenti e i cittadini sensibili. Il secondo a “Santa Rosa in posa”, di Valentina Galluccio, Angela Gabriella Morelli, Pierpaolo Limone, Annapaola Paiano e Mario Sarno. Il progetto consiste in una riqualificazione degli spazi verdi di uno dei quartieri più popolari di Lecce, costruito tenendo ben presente il forte legame emotivo che contraddistingue l’appartenenza dei residenti al proprio spazio. Cinque menzioni, a pari merito, per: “Spazio in out – Officina delle arti” di Lucia De Crescenzo, Giovanna Dell’Anna, Monica Lisi; “Spazio virtuale purchè sia reale” di Roberta Alfano; “Ricerca della corona nel bosco giallo” di Lucia Barba, Massimo Bongiorno, Luca Briganti, Anna Rita Gabellone, Antonio Mariano, Enrico e Valentina Sansò; “Raggio verde di Rudiae” di Francesco Baratti, Fabrizio Ghio, Fabio Ippolito, Massimiliano Limoncelli, Caterina Polito, Serena Quarta, Cinzia Tarantino; “(Io so)ppianto – Rigenerazioni urbane” di Adriana Bufera, Chiara Celant, Francesca De Sanctis, Luca De Gennaro e Federica Todaro. “Lecce2.0dodici” vuole pubblicamente ringraziare tutti i partecipanti, i membri della commissione (Angela Barbanente, Giandomenico Amendola, Carlo Infante, Maria Valeria Mininni, Stefania Mandurino, Antonio De Luca, Franco Ungaro) e l’associazione “Città fertile” per aver contribuito in maniera eccezionale alla riuscita del concorso e di questi due intensi giorni di presentazione e premiazione finale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − 1 =