“Benvenuti nel futuro della sanità pubblica!” Ha esordito così Roberto Miccoli nel presentare, in un meeting tenuto ieri sera all’hotel Hilton Garden Inn, quello che è il progetto ideato da Saverio Rodriguez, presidente e fondatore della Medical Division, nata a Milano circa un anno fa e diffussasi in tutta Italia

in pochissimo tempo fino ad arrivare anche a Lecce, il 21 giugno scorso. Rendere accessibile a tutti quello che oggi è un privilegio di pochi. È questo lo scopo della Medical Division. Davanti ad un pubblico esterefatto, Miccoli ha continuato a spiegare nei minimi dettagli quella che è la prevenzione, la sicurezza, il risparmio e l’efficienza che la società sanitaria offre. “La prevenzione, molto spesso poco considerata da tutti dovrebbe diventare la nostra prima preoccupazione invece per motivi economici e di tempo è sempre più, l’ultimo pensiero. La Medical Division serve su un piatto d’argento forse proprio quello di cui avevamo bisogno: la prevenzione e la cura della salute con i tempi e la qualità della sanità privata, ma con costi decisamente contenuti.” L’ha descritta così Miccoli, la nuova era della salute. La Medical Division prevede l’accesso a strutture private e autonome con specialisti di pluriennale esperienza. L’odontoiatra Rocco Giovanni Torsello, la dietologa Patrizia Gaballo, l’oculista Fabio De Vitis e il cardiologo Claudio Perrone sono tra gli specialisti che collaborano con la Medical Division a Lecce. Tante sono state le domande che i pazienti presenti al meeting si son posti, increduli di vedersi offerto lo stesso servizio della sanità privata ma ad un costo decisamente inferiore. Specializzazione in ortopedia, cardiologia, oculistica, endocrinologia, ginecologia e tanti altri sono i servizi usufruibili a Lecce, tramite la Medical Division. Durante l’incontro alcuni pazienti hanno esposto la loro esperienza all’interno della nuova società sanitaria soddisfatti dell’incredibile servizio ottenuto. Molti tra i collaboratori leccesi, che hanno deciso di mettersi a disposizione di un’iniziativa che può sembrare assurda a prima impatto, ma decisamente all’avanguardia, hanno presentato le richieste di tanti cittadini leccesi che, con enorme entusiasmo, hanno scelto di far parte della Medical Division.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.