Brutta tragedia nel Salento. Un uomo di 54 anni, Giovanni Colitti, di Ugento, è morto stamani nel cantiere della sua ditta dopo essere rimasto schiacciato da alcuni blocchi di cemento. L’incidente si è verificato in un piccolo cantiere di cui Colitti era titolare insieme al fratello in via degli Acquarelli, ad Ugento.

Il cantiere è preposto alla lavorazione di manufatti in pietra a vista, soprattutto muretti di recinzione. Ancora non del tutto ricostruita la dinamica dell’incidente, sulla quale stano indagando i carabinieri della Compagnia di Casarano e gli ispettori dello Spesal.

Secondo una prima ipotesi, uno dei muretti sul quale gli operai stavano lavorando, realizzati con una miscela di calcestruzzo e blocchi di pietra, forse a causa di un cattivo posizionamento, e’ caduto, provocando un effetto domino e facendo cadere altri blocchi, alti un metro e mezzo e larghi due metri, che hanno travolto Colitti, il quale era chinato a lavorare e non ha avuto il tempo di mettersi al riparo. La tragedia e’ avvenuta sotto gli occhi dei colleghi di Colitti, i quali hanno subito dato l’allarme al 118, il cui personale pero’ non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

 

Foto repertorio

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + diciannove =