Dal 19 al 30 luglio si terrà in Puglia la nona edizione del “Salento Finibus Terrae”, il festival internazionale di cortometraggi itinerante in quattro storiche località dell’alto Salento (Fasano, Ostuni, Carovigno e San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi), con oltre trenta ospiti e una vetrina internazionale di 100 opere e dieci sezioni in concorso.

Il Festival, ideato e diretto da Romeo Conte, regista, produttore e autore, consegnerà venti premi ad attori e registi vincitori della competizione e protagonisti del mondo dello spettacolo, nelle splendide cornici delle piazze salentine, set naturali cinematografici. “La vetrina internazionale del “Salento Finibus Terrae” – ha detto Romeo Conte – anche quest’anno, racconta la più stringente attualità, proponendosi non soltanto come contenitore d’idee ma soprattutto come luogo di confronto fra visioni e culture, tra giovani cineasti e maestri del cinema. Il Festival, che comprende 100 film, gran parte dei quali prime visioni italiane ed europee, continua la sua “ricognizione” nei territori del cinema breve per raccontare le mille facce del mondo attraverso l’occhio attento della cinepresa. Il festival sarà inaugurato il 19 luglio a Fasano con la mostra “Battaglie tricolori” del celebre autore di fumetti Guido Crepax, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, presso la sala di Rappresentanza del Comune alle 19.30. Presenti Antonio Crepax (figlio del fumettista) e Mario Serenellini (giornalista e curatore della mostra). Alle 21 si parte con le proiezioni, in piazza Ciaia, con le sezioni in concorso “Corti Cortissimi”, “Lab Cinema”, “Children World” e il corto, fuori concorso, girato in Puglia e dedicato alla sicurezza stradale, dal titolo “L’anniversario”, prodotto e diretto da Domenico De Pasquale, in arte “Mingo”, storico inviato di Striscia la Notizia che sarà presente per incontrare il pubblico. Il 20 luglio, secondo giorno della tappa fasanese, protagonisti i bambini con la sezione “Children world”: undici corti che raccontano il mondo dal punto di vista dei più piccoli. Tra gli ospiti della tappa saranno presenti lo psichiatra e scrittore Paolo Crepet e l’attore Teodosio Barresi. Il 21 luglio il viaggio a bordo del cortometraggio si sposterà nella splendida cornice di Borgo Egnazia Resort (Savelletri di Fasano, serata a invito) per la premiazione dei registi vincitori in competizione, con ospiti d’eccezione gli attori Nino Frassica e Ivano Marescotti. Tra gli eventi speciali la proiezione del corto “The Wholly Family”, ultimo lavoro dell’eclettico regista Terry Gilliam, per il quale sarà premiata la figlia Amy Gilliam, produttrice di film di successo come “Parnassus”. Il visionario Gilliam ha realizzato un cortometraggio surreale dai toni onirici e circensi, ambientato a Napoli che vede protagonista una famiglia americana, (la madre è interpretata da Cristiana Capotondi), il cui figlio è catapultato in un mondo fantastico abitato da Pulcinella. Altro evento speciale della serata sarà la proiezione di “Sguardi del cinema italiano sui diritti umani”, fuori concorso, un film collettivo, no-profit, realizzato da 30 registi italiani partendo dagli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Nella tappa di Borgo Egnazia saranno proiettati 4 episodi: “Articolo 1” di Carlo Lizzani, “Articolo 2” di Giobbe Covatta, “Articolo 3” di Giorgio Treves e “Articolo 25” di Roberta Torre. Il focus sui diritti umani proseguirà a Ostuni, 22 e 23 luglio, dedicata interamente alla sezione “Human Rights” con la proiezione di 10 corti sul tema. Tra gli eventi speciali della tappa, le proiezioni di “Sposerò Nichi Vendola” di Andrea Costantino (con Anita Zagaria, Teodosio Barresi e Paolo de Vita) e “Disoccupato in affitto” di Luca Merloni e Stefano Mereu. Horror, thriller e noir in scena il 24 luglio nel suggestivo castello di Carovigno con la proiezione di 9 opere di giovani autori che saranno premiati da un maestro del cinema di genere. Ospite d’eccezione della serata il cantante dei Tiromancino Federico Zampaglione che ha esordito con la macchina da presa proprio con un film di genere horror. Dal 25 al 30 luglio il Festival approderà a San Vito dei Normanni in piazza Leonardo Leo. Il 25 e il 26 luglio, l’amore protagonista nella nuova sezione dedicata al tema con la proiezione di 17 cortometraggi. Saranno presenti i registi e attori Giacomo Rizzo, Massimiliano Camaiti, Piera Degli Esposti, Alessandro Haber e Elio Germano. Il 27 luglio è protagonista la sezione “Mondo Corto” con 7 opere da tutto il mondo. Il 28 e il 29 luglio la giornata parte alle ore 10.30 con i matiné dedicati ai ragazzi e un focus sulle sezioni “Ambiente” e “Animazione”. Sarà l’omaggio a Mario Monicelli, padre della commedia italiana recentemente scomparso, a chiudere il 30 luglio la nona edizione del “Salento Finibus Terrae”. Una giornata interamente dedicata al cineasta tra proiezioni, ospiti e un evento che coinvolgerà l’intero paese di San Vito dei Normanni. Il tributo al cineasta partirà la mattina con la proiezione del film “La Grande Guerra”. Alle 21.00 sarà proiettato il cortometraggio “L’ultima Zingarata” di Federico Micali (2010), remake della scena finale di “Amici Miei”, il funerale del Perozzi (Phlippe Noiret), girata a Firenze come tributo al film cult. Perla del film le partecipazioni come attori di Mario Monicelli e Gastone Moschin. Il regista della commedia italiana, nella sua ultima partecipazione a un progetto filmico, racconta, tra aneddoti e curiosità sullo sfondo di “Amici miei”, anche le origini delle cosiddette “zingarate” e delle “supercazzole”. La proiezione sarà anticipata dal rifacimento del funerale per le strade di San Vito dei Normanni con bande, bandiere, puttane e militari, così come lo avrebbe voluto l’attore Gastone Moschin nel film. Il corteo funebre, accompagnato dalle musiche della banda del paese, si concluderà nella Piazza Leonardo Leo dove avrà inizio la cerimonia di premiazione del Festival. Saranno ospiti d’eccezione Chiara Rapaccini e Rosa Monicelli, rispettivamente compagna e figlia del maestro del cinema. Chiara riceverà in dono una corona dell’artista Cosimo Vinci. Inoltre saranno presenti Andrea Vannini (direttore della Cineteca di Firenze), Francesco Conforti (ideatore e produttore de “L’ultima Zingarata”), Sergio D’Offizi (direttore della fotografia per Monicelli), Gianna Gissi (costumista per Monicelli) e Lorenzo Baraldi (scenografo di “Amici Miei II”e “Il Marchese del Grillo”). Dopo la premiazione prenderanno il via le proiezioni dei cortometraggi diretti da Monicelli tra cui l’ultimo girato dal maestro: “Vicino al Colosseo c’è Monti” (2008).