“Apprendiamo di un’iniziativa quantomeno singolare da parte del Direttore Generale della Lupiae Pietro Scrimieri. Con una lettera, datata 26 luglio, ha convocato i rappresentanti dei Giovani Democratici e dei movimenti giovanili di UDC, Io Sud e Regione Salento, per un incontro da tenersi il 28, “al fine di illustrare” si legge nella convocazione

“i regolamenti interni in materia di reclutamento e selezione, e più in generale le politiche ed i progetti aziendali in favore dei giovani del territorio”. Lo comunica in una nota il Pd di Lecce.
“Segnaliamo al Direttore Scrimieri e all’Amministrazione comunale, azionista unico della società, che non sarà sicuramente un incontro riservato a diradare la fitta coltre di opacità che avvolge la procedura scelta per le assunzioni temporanee, in sostituzione dei dipendenti in ferie.
Questi signori sembrano aver perso completamente ogni contatto con la realtà. Ma hanno una minima idea di quanti giovani leccesi e salentini avrebbero considerato una manna dal cielo quelle, se pur poche, giornate lavorative?
Suggeriamo al Direttore Scrimieri e al Sindaco Perrone, piuttosto, di cogliere l’esempio virtuoso in materia di trasparenza che giunge dalla Fiera del Levante di Bari, dove per le assunzioni temporanee per la campionaria di settembre si è proceduto alla pubblicazione di un bando che assegnerà i posti di lavoro sulla base di un sorteggio pubblico.
Il boom di domande presentate in poche ore in risposta a quel bando rappresentano la migliore misura della drammatica situazione lavorativa attuale e, al contempo, della fiducia che il tipo di procedura scelta trasmette ad una platea giovanile che tutte le ricerche statistiche indicano come normalmente “scoraggiata”.
Sarebbe quindi il caso, a nostro parere, che anche a Lecce, dove i giovani sembrano ormai rassegnati alle logiche clientelari cui il centrodestra li ha abituati, si facesse invece tesoro di questo esempio che una personalità seria e autorevole come Gianfranco Viesti, Presidente della Fiera del Levante, ci fornisce.”