E’ stato arrestato ieri sera, S.P. un 72enne di Galatone. Con l’accusa di tentato omicidio. Ma l’accusa è ancora più agghiacciante se si pensa che la vittima sia stata uno dei suoi figli, e che anche i suoi sei nipoti  hanno rischiato a causa del suo folle gesto.

Ancora da chiarire il movente, il 72enne avrebbe tentato l’omicidio il 14 gennaio 2005, quando con due bidoni colmi di Gpl posizionati nel vano scale dell’abitazione in cui abitava la sua famiglia, ha appiccato il fuoco con l’intento di provocare una potente esplosione.

 

Fortunatamente uno dei figli, accortosi dell’incendio, le cui fiamme violente avrebbero fatto un gran rumore, ha chiamato immediatamente i vigili del fuoco, evitando così una catastrofe. Data la portata del combustibile infatti, un’esplosione avrebbe potuto far crollare l’intera abitazione.

A seguito delle indagini, l’uomo è stato così arrestato ieri sera e condotto nel carcere Borgo San Nicola di Lecce, dove dovrà scontare una pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione.