Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di Marco Rizzello, 38enne di Montesano Salentino. I carabinieri lo controllavano da un po’, tramite una serie di servizi di osservazione e pedinamento,  perché l’uomo  si recava con frequenza praticamente giornaliera fuori dal Comune di Montesano Salentino

per poi farvi rientro dopo circa un paio d’ore, e per le numerosissime telefonate che riceveva, e che facevano supporre un comportamento non proprio immacolato. E ieri sera, l’uomo, mentre era a bordo alla sua auto è stato fermato dai carabinieri.

A quel punto il 38enne, per cercare di evitare gli accertamenti dei militari, ha spontaneamente consegnato ai militari un involucro di plastica contenente dell’eroina che ha dichiarato detenere per uso personale. In tal modo ha tentato di “cavarsela” con una segnalazione amministrativa. Il suo gesto, però, non solo ha insospettito ulteriormente gli operanti ma ha confermato ciò che l’attività informativa aveva rilevato, cioè che era solito rientrare dalle sue trasferte con quantitativi di sostanze stupefacente.
Accompagnato in caserma, Rizzello è stato sottoposto ad una minuziosa perquisizione nel corso della quale, accuratamente nascosti all’interno della biancheria intima, sono stati rinvenuti ulteriori cinque dosi di sostanza stupefacente per un peso complessivo di circa cinque grammi di eroina. Il 38enne quindi, è stato dichiarato in arresto, e trasferito a Borgo San Nicola