Racconti, radici della terra e Sud, quello più profondo. Questi i temi conduttori della rassegna “Ti racconto a Capo”, una unione di immagini, suoni e racconti dalla Terra del Sud che ha l’obiettivo di ripercorrere e scoprire il Capo di Leuca parlando una lingua comune a tutti i “Sud” del mondo.

Realizzato in partnership tra l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Città di Corsano, la Pro Loco di Corsano e lo studio KOREMA, “Ti racconto a Capo” si terrà dal 31 luglio al 20 agosto con una serie di iniziative che vedranno il loro picco il 9 di agosto.
Il progetto, ideato e coordinato da Carlo Ciardo e Luciano De Francesco è stato presentato questa mattina durante una conferenza stampa presso Palazzo Adorno alla presenza degli stessi due ideatori, Biagio Palumbo, Vice Sindaco di Corsano, Gianfranco Riso Presidente della Proloco di Corsano, Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce, il progetto infatti fa parte di Salento in Festival, rassegna estiva della Provincia, e di Parco in Festa, progetto vincitore del bando Giovani Energie in Comune promosso dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani, che vede coinvolte le Città di Tricase (capofila), Corsano e Gagliano del Capo.
A Capo, quest’anno, invece che “ Ti Racconto Corsano”, perché il racconto riguarda l’estremo lembo del Sud, e perché riguarda esperienze tutte nuove, che non possono prescindere da nuovi inizi. Intensissimi gli appuntamenti in programma, dal 31 luglio al 9 agosto si svolgerà la Residenza Teatrale (in località “Pozze” a Corsano) diretta dall’attore Ippolito Chiarello, ispiratore della linea artistica di “Ti racconto a Capo”, alla quale parteciperanno sedici attori, danzatori e musicisti provenienti da varie parti del mondo.
Ogni sera la località “pozze” a Corsano, luogo della Residenza Teatrale, sarà animata da una cena aperta al pubblico con un ospite d’eccezione che ci racconterà il suo Sud parlando ed esibendosi, tra i nomi: il regista Edoardo Winspeare, il giornalista RAI Raffaele Gorgoni, le registe e autrici Sophie e Anna Lisa Chiarello, la danzatrice Maristella Martella, i giovani ideatori di “Elettreratura” Matteo Maria Orlando e Michele D’Elia, lo scrittore Federico Fuortes, il musicista Gianluca Longo, il Dj di Radio RTL 102,5 e Radio Salentuosi Feranando Proce.
Il 9 agosto il percorso si concluderà con una serata nel centro storico di Corsano con 8 mini teatri denominati “Le Stanze della Memoria” che vedrà l’incursione musicale dell’eclettica Banda Ass. Don Tonino Bello e con la realizzazione della “Fiera Scincìra”, mostra-mercato enogastronomica di prodotti tipici. Il racconto continuerà a Tiggiano (16-20 agosto) con uno stage teatrale rivolto ai ragazzi diretto dall’attore Donato Chiarello. Il 20 agosto la chiusura è con lo spettacolo “L’uomo che piantava gli alberi” nel suggestivo contesto del bosco di Tiggiano all’interno del quale una storia che intreccia territorio, tradizioni ed ambiente verrà musicata con una antica nènia salentina.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × tre =