Accusa un malore, la guardia medica le inietta un diuretico, ma muore mezz’ora dopo. Angelina Ianne, 51enne di Trepuzzi, è deceduta all’alba in circostanze ancora poco chiare. Per questo motivo, i familiari hanno deciso di sporgere denuncia presso la stazione dei carabinieri.

Sulla donna, trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, nelle prossime ore, come richiesto dal pm di turno, sarà effettuato l’esame autoptico.

Angelina Ianne, sposata e madre di due figlie, ha accusato un malore alle prime luci del giorno: forte sudorazione, pallore, conati di vomito e dolori alla spalla ed al cuore.

Così, si è recata col marito alla locale guardia medica, dove la dottoressa di turno le ha somministrato il medicinale. La scomparsa del malore dopo alcuni minuti, ha tranquillizzato la coppia, che ha poi imboccato la via di casa. Ad un certo punto, però, il cuore della donna si è bloccato. A trovarla, riversa sul pavimento di casa, il marito che, dopo averla accompagnata alla guardia medica, si era allontanato momentaneamente.

Pochi minuti dopo, un’ambulanza del 118 ha raggiunto l’abitazione, ma per la 51enne non c’era più nulla da fare. Per i parenti della donna, si tratterebbe di un caso di malasanità e la denuncia potrà aiutare a stabilire eventuali responsabilità.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre + 19 =