Questa sera alle ore 21.30, in Piazza Pisanelli a Tricase si svolgerà il Galà di Danza “LIBERI DI DANZARE”, in collaborazione con l’Associazione “Diversamente in danza” di Lugagnano di Sona, in provincia di Verona, e con il Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e della Città di Tricase.

Dopo il successo riscosso lo scorso anno, con il Galà di Danza “Ricordando, Sperando…Danzando”, un’iniziativa di solidarietà con il mondo tersicoreo della martoriata città di L’Aquila, svoltosi a Specchia, quest’anno il tema dell’iniziativa si richiama alla frase di Madeleine Delbrêl: “Se non puoi danzare tu fai danzare la tua anima”, in quanto affermano una grande verità e racchiudono il senso, l’anima, il fine di questo progetto, nato proprio dalla passione della Danza e dal desiderio di volerla condividere con chi l’ha sempre amata e considerata come un’arte capace di liberare gli animi anche nei momenti in cui il domani diventa incerto e le difficoltà nel condurre una vita normale si moltiplicano.
L’Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica “Kitri” nasce con lo scopo e la voglia di promuovere eventi legati al mondo della Danza; arte che accomuna e unisce le sei componenti, tutte ballerine professioniste. L’obiettivo del sodalizio è di dar vita ad un Galà di Danza, durante il quale le scuole di danza della provincia di Lecce, insieme ai ragazzi dell’Associazione “Diversamente in danza”, si esibiranno solo per il piacere di condividere l’amore per quest’arte e per dare un sostegno al progetto del sodalizio veronese che nasce dall’idea di Giorgia Panetto di avvicinare le persone Diversamente Abili al mondo della danza e di sensibilizzare gli ambienti artistici al tema della disabilità.
Il Laboratorio Integrato che offre “Diversamente in danza” non è un corso di danza per persone disabili dove i soggetti abili aiutano nell’apprendimento; è piuttosto uno spazio dove la presenza di persone che sperimentano ogni giorno i propri limiti, permette di acquisire più facilmente la consapevolezza dell’ostacolo e di lavorare insieme alla ricerca di un passaggio coreografico per superarlo. Paradossalmente: è un corso di Danza, dove i cosiddetti soggetti diversamente abili aiutano nella Ricerca…
L’iniziativa del sodalizio salentino e quello veronese sarà l’occasione per scambiarsi amicizia, esperienze di danza e per le danzatrici “Diversamente in danza” un’opportunità di sperimentare la loro autonomia. In quanto, per alcune di esse è una delle poche possibilità per trascorrere una “vacanza” senza i genitori, perché spesso le possibilità di questo tipo per le persone disabili sono molto poche, ma nell’occasione,grazie all’ausilio delle ballerine dell’Associazione Kitri, conosceranno le bellezze di Lecce e del Capo di Leuca.
Nella gestione e nell’organizzazione dell’evento le ballerine del sodalizio salentino hanno focalizzato l’attenzione sul concetto di solidarietà, in quanto, le venti ragazze di “Diversamente in Danza” saranno ospitate dalle ballerine dell’Associazione Kitri.La quota d’iscrizione delle scuole di danza che parteciperanno al Galà non è istituita a scopo di lucro, ma solo per coprire le spese sostenute per la realizzazione dell’iniziativa. La restante somma sarà devoluta all’Associazione “Diversamente in Danza”. Tutto sarà gestito in maniera tale da contenere il più possibile le spese, per questo motivo sarà fondamentale il coinvolgimento degli Enti locali per la riuscita della serata e per far conoscere il Salento come Terra di Solidarietà.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × uno =