Un vero e proprio giallo questa sera presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Nei pressi della camera mortuaria, all’interno del recinto del nosocomio, è stato trovato il cadavere di un uomo, in avanzato stato di decomposizione.

La macabra scoperta si deve a un operaio. Il cadavere, appartenente ad un uomo di 48 anni, Tadeusz Konrad Palarz cittadino polacco, aveva la barbetta ed era vestito con una giacca da pigiama, camicia bianca e pantaloni azzurrini. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia. Si è subito pensato a un paziente che, allontanatosi dal reparto dove si trovava ricoverato, è poi morto di morte naturale. Ma dai reparti non mancherebbe nessuno e nessuna denuncia di scomparsi era stata presentata sino a ieri sera. Domattina i poliziotti sentiranno tutti i capi reparti, ed anche quelli del vicino ospedale oncologico.

Ore 11

La polizia ritiene possibile che l’uomo, che indossava un pigiama, sia morto in seguito ad una caduta. Vicino al cadavere e’ stato trovato un borsone con pochi oggetti personali ed una stampella. Per avere certezza sulle cause della morte e sulla data bisognera’ attendere l’autopsia che e’ stata disposta dal sostituto procuratore Lino Giorgio Bruno

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + dodici =