Fervono i preparativi per la IV Edizione della NOTTE BIANCA di Vernole fissata per martedì 2 agosto. La manifestazione come ogni anno è organizzata dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo del Comune, Lucia Papa Pascali, e rappresenta, anche questa volta, un vero e proprio viaggio tra oltre 20 appuntamenti in contemporanea, all’insegna della multidisciplinarietà, della cultura, del divertimento e dello spettacolo.

Dal tramonto all’alba, il centro storico di Vernole si trasformerà, regalando un’esperienza unica sia ai propri cittadini che ai turisti presenti e agli abitanti delle città limitrofe. Un evento che convoglierà spettacoli di alta qualità con artisti di fama nazionale e internazionale della scena pop e di quella elettronica, esaltando le risorse monumentali, culturali, associative e artigianali del territorio, con lo scopo di valorizzarle e farle conoscere.

Per la grande kermesse, le cui star d’eccezione sono la celebre e amata band torinese degli Statuto e il duo romagnolo, fiore all’occhiello dell’elettronica italiana nel mondo, Dandi & Ugo, anche quest’anno saranno coinvolte strade, piazze, monumenti, chiese, negozi del centro storico: un ricco itinerario fatto di mostre d’arte, di pittura, di fotografia, di artigianato, di enogastronomia, di degustazione di prodotti tipici locali e di un cast musicale di altissimo profilo, il tutto accompagnato dai tradizionali fuochi d’artificio che illumineranno, nella notte, il cielo di Piazza Vittorio Veneto con gli arabeschi lanci di colori, tanto attesi dai turisti.

Non mancherà l’arte proveniente dagli altri Paesi del Mondo: Viale della Repubblica e Via Capitano Ramirez saranno interessate dall’esposizione etnica di bigiotteria antica e pelletteria e dal mercatino dell’antiquariato.
Occhi puntati sulle stelle, invece, dal Sagrato dell’Antico Calvario di Via Capitano Ramirez, di fronte alla settecentesca Chiesa della Visitazione, dove saranno collocate tre postazioni di telescopi a cura del Centro Astronomico di Casarano. Mentre nei pressi della Villa Comunale, prenderà spazio l’esposizione di oggettistica in pietra leccese, a cura di artigiani locali. La via principale del centro storico, Via Tripoli, farà spazio, infine, ad un ricco itinerario di stand di degustazione di prodotti tipici locali, come formaggi e latticini a cura delle aziende locali e i sapori e le grandi bontà salentine, prodotte sul momento, delizieranno il palato dei visitatori.

Ma, in questo ricco contesto, sarà la musica a far da padrona nella lunga Notte Bianca di Vernole. Un percorso musicale attraverso svariati generi renderà la lunga maratona musicale accattivante per tutte le età. In Piazza Vittorio Veneto le sonorità jazz della formazione Dr Jazz & Mr. Funk apriranno ufficialmente la kermesse già dalle prime ore della sera, mentre, in Via Tripoli, il gruppo di pizzica Squario non farà mancare il tradizionale ossequio alla musica tradizionale.
I due momenti culminanti della lunga notte vernolese saranno alle 23,30 con il concerto degli Statuto e con l’esibizione di Dandi & Ugo.

Tra i primi in Italia a suonare il genere musicale ska con testi in italiano, tornati di recente alla ribalta nazionale con l’album “E’ già Domenica” e, soprattutto, con il fortunatissimo singolo “Vamos a la Playa”, cover del vecchio successo dei Fratelli Righeira, gli Statuto saliranno sul palco principale della Notte Bianca in Piazza Vittorio Veneto per un live mozzafiato che promette di ribaltare al ritmo serrato dello ska tutto il pubblico presente.

Nell’area della Villa Comunale, invece, per gli amanti della musica elettronica, sotto la direzione artistica della prestigiosa label leccese Joyfull Family Records, capitanata dal dj e produttore Cristian Carpentieri, attesissima è la perfomance di Dandi & Ugo, special guest di fama mondiale provenienti dalla Città di Rimini. Ma di fianco alle illustri presenze internazionali si rileverà ancora una volta il valore della scena musicale elettronica pugliese rimarcando, in particolare, la vitalità e l’originalità di quella leccese con la presenza e l’esibizione di Guido Nemola, il più importante e apprezzato produttore di musica elettronica che il Salento abbia mai espresso, e si presenterà un percorso esplorativo tra le molte musiche elettroniche d’oggi, in una avvolgente e continua alternanza di sonorità, immagini ed installazioni luminose, per un’offerta autenticamente interdisciplinare tra vibranti battiti techno e delicate atmosfere minimal.

E’ in questo ricco programma della Notte Bianca che emergono la metodologia dell’azione di marketing dell’Amministrazione Comunale capeggiata dal Sindaco Mario Mangione e gli sforzi costanti per creare strumenti di incentivazione e promozione dell’immagine del territorio, di integrazione tra culture, di tutela e valorizzazione del patrimonio storico, sociale ed economico.

“A sostegno di una tesi che sostiene che lo sviluppo del territorio e le azioni più efficaci di marketing territoriali sono strettamente connessi allo sviluppo e all’importanza degli eventi svolti, siano essi di carattere pubblico o privato – dichiara l’Assessore Lucia Papa Pascali – un “Evento Culturale” se tale deve essere si evolve nel tempo. Quarant’anni fa per un italiano un evento culturale era una serata all’opera; oggi l’opera rimane anche se la domanda è diminuita, ma l’evento culturale nell’immaginario collettivo ha assunto nel tempo un senso ed un significato diverso.
Ad esempio un concerto di Vinicio Capossela è un evento culturale? Sì perché rispecchia una fetta della società. Laura Pausini in concerto rappresenta un evento culturale? Certo! Perchè porta a sè un altro target di riferimento. Allo stesso modo così come si evolve la cultura così il fruitore, il pubblico o il turista ha cambiato il modo di ragionare e di sentire la cultura. Tra le principali azioni operative suggerite dal Piano Strategico Turistico della Regione Puglia si rileva la facilitazione dell’aumento della fruibilità e della valorizzazione del territorio in relazione ad eventi attraverso il sostegno, la stimolazione e la promozione di manifestazioni in aree costiere. Negli ultimi anni, infatti, è stato riconosciuto un ruolo fondamentale all’Eventistica ai fini dello sviluppo del territorio.
L’Eventistica, ma, soprattutto, oggi, l’evento, se opportunamente comunicato, è capace di trasformare e far crescere l’economia del territorio. La fase di ricerca sul territorio ha messo in luce la necessità di una presa di coscienza delle potenzialità del Salento e della Puglia in genere, potenzialità che, per la stragrande maggioranza sono strettamente connesse a quella che è una ricchezza innata: la storia e il paesaggio. C’è oggi una possibilità reale di creare, partendo dal paesaggio, un offerta turistica di altissimo profilo utilizzando determinate peculiarità (location storiche, spiagge, rilievi costieri, acque cristalline, natura ecc.) e unificandole a un’offerta integrata che faccia parlare il territorio e la società. Nell’ottica di unna contribuzione allo sviluppo del territorio, quindi, l’organizzazione di eventi, siano essi artistici, teatrali, musicali, sportivi, letterari, ecc. può rivelarsi un’iniziativa estremamente positiva. Da una parte gli eventi sono per il turista un ulteriore momento di scoperta, arricchimento e svago. Dall’altra parte possono consentire ai giovani di trovare un nuovo senso nella comunità locale. La taranta e la pizzica, naturale colonna sonora del territorio, hanno riscosso un notevole interesse non solo a livello nazionale. Appare necessario tuttavia dare un’impronta più nettamente diversificata a queste opportunità, sia attraverso eventi che abbiano un impatto forte a livello comunicativo, sia attraverso una più vasta diffusione dell’offerta musicale, sotto tutte le sue forme”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.