Si chiude con un diciassettesimo posto per Paolo e Matteo Ingrosso la tappa del World Tour a Stavanger (Norvegia). Messa da parte l’amarezza per la parentesi del  campionato del mondo a Roma, i due gemelli salentini hanno cercato di voltare pagina.

Nelle due partite di qualificazione hanno battuto dapprima i kazaki Sidorenko-Dyachenko per 2 set a 1 (21-23, 21-19, 18-20), poi gli austriaci Doppler-Mellitzer, numero tre del torneo, sempre per 2 a 1 (21-17, 23-25, 11-15). Unica coppia italiana ad entrare nel tabellone principale, Paolo e Matteo hanno disputato un eccellente girone con partite tirate fino all’ultimo punto e ai vantaggi.

Inseriti nel gruppo N insieme ai danesi Soderberg-Hoyer, ai fortissimi tedeschi Klemperer-Koreng e agli australiani Boehm-Kapa, Paolo e Matteo hanno saputo riscaldare la fresca atmosfera scandinava. Partita spettacolare e tirata, la prima, contro i danesi persa per 2-0 soltanto ai vantaggi (23-21, 29-27). Sfida proibitiva, invece, quella contro i tedeschi Klemperer-Koreng, ma vinta sempre per 2-0 (21-12, 21-19). Infine, vittoria contro gli australiani Boehm-Kapa, che avevano ben impressionato nel turno di qualifiche, eliminando coppie molto più quotate, per 2 a 0 (21-18, 21-12). Una vittoria importante che ha permesso a Paolo e Matteo di approdare alla fase successiva come terza forza del girone ed affrontare i cechi Benes P.-Kubala. Ma qui si è interrotta l’avventura in terra norvegese, con la sconfitta per 2 a 1 (25-27, 21-19, 9-15).

Ora i due gemelli sono già approdati a Gstaadt (Svizzera) per una nuova avventura del World Tour.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.