Teresa Bellanova“Il Comune di Lecce naviga nell’oro e nessuno se ne è mai accorto”. Comincia così il comunicato stampa che l’onorevole Teresa Bellanova ha diramato per conoscenza dei concittadini leccesi sull’assenza del sindaco Perrone alla manifestazione di protesta che si è tenuta ieri a Milano

Più di un migliaio di Sindaci italiani, di ogni colore politico, erano ieri mattina in strada a Milano, per difendere quel comparto della Pubblica Amministrazione che più di ogni altro ha già contribuito alla riduzione della spesa pubblica e quegli strati della popolazione che più di tutti stanno pagando il prezzo della crisi. I comuni già provati dai tagli agli enti locali che in ogni manovra questo Governo ha inserito, ieri si è progettato il colpo di grazia all’intero sistema delle autonomie e, ciò che è più grave, alle famiglie italiane. È stato calcolato, infatti, che i tagli a Comuni, Province e Regioni, al momento previsti nella manovra in discussione, rischiano di costare la bellezza di mille euro ad ogni famiglia.
Il sindaco di Lecce non ha partecipato alla protesta probabilmente, ha ipotizzato la Bellanova, “perché la città di Lecce è un’isola felice di cui nessuno aveva mai avuto fino ad oggi sentore. L’assoluto silenzio di Perrone, oggi, sta forse a significare che le casse comunali ed i leccesi navigano nell’oro? Finalmente una buona notizia da Palazzo Carafa”.
In realtà lo stesso Sindaco ha, ancora recentemente, definito la situazione economica del Comune come “tecnicamente in dissesto” mentre i cittadini leccesi sono già tra i più tassati d’Italia. Si chiede la Bellanova se alla luce di tutto ciò, i cittadini leccesi sapranno ripagare con gli interessi questo disinteresse.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + 3 =