“Il Governo italiano e i Governi di tutti i Paesi dell’Obiettivo convergenza riusciranno certamente a sostenere la impraticabilità della proposta di Francia e Germania di sospendere i fondi europei ai Paesi che non rispettano gli obiettivi anti deficit. Per l’Italia,  e soprattutto per il Sud, in caso contrario, sarebbe un colpo allo sviluppo, come spiega oggi il ministro Fitto al Sole 24 Ore”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione, Rocco Palese.
“La via da seguire – continua Palese – è, piuttosto, quella già indicata e perseguita negli ultimi mesi dal commissario europeo Hahn e dal Governo italiano con il ministro Fitto, ossia sostenere le Regioni nel concentrare le risorse su opere e infrastrutture strategiche ed inserire ulteriori meccanismi di premialità e sanzioni basati sulle capacità di spesa dei Paesi e delle Regioni Europee. E’ un controsenso proporre di privare dei Fondi Ue Paesi, come l’Italia, che proprio per garantire la stabilità dei conti pubblici finanziano le politiche di sviluppo e di coesione quasi esclusivamente con fondi comunitari. Così non si favorisce la crescita, ma si blindano e si proteggono le economie già più forti della nostra che continuerebbe inevitabilmente a diventare ogni giorno più debole. Ci auguriamo e siamo certi che, come dice oggi il ministro Fitto, si arrivi piuttosto a studiare una proposta a livello europeo su come escludere dal Patto di Stabilità le quote di cofinanziamento dei fondi Ue. Questa  – conclude Palese – sarebbe una vera boccata di ossigeno per la Puglia, per il Sud e per tutte le Regioni che con quei fondi programmano il proprio sviluppo”.

CONDIVIDI