Maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, minacce e ingiurie: è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di un 31enne di Galatina. È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, quando al numero di pronto intervento “112”, è arrivata la richiesta di aiuto di una donna, la quale affermava di essere stata picchiata dal figlio.

Giunti sul posto, i militari si rendevano subito conto che la signora era stata effettivamente percossa, per futili motivi, dal proprio figlio convivente, e inoltre la donna dichiarava di essere stata minacciata dal proprio figlio da diversi mesi.
Soccorsa e trasportata, presso l’ospedale civile, la donna veniva giudicata guaribile in pochi giorni.
L’uomo ora si trova in una cella di Borgo San Nicola

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 2 =