Sono ben 67 gli esercizi commerciali ispezionati sul territorio dai carabinieri della compagnia di Gallipoli. Le verifiche, condotte in collaborazione con il personale della S.I.A.E., si sono concluse ieri, in serata, e hanno coinvolto bar, ristoranti, pizzerie, alberghi, locali notturni e negozi di abbigliamento, tutti ubicati nella cittadina ionica.

I militari hanno effettuato, inoltre, 51 contravvenzioni in altrettanti esercizi. In ognuno di questi, sono state riscontrate violazioni alla legge n. 633 del 22 aprile del 1941: i gestori non avevano infatti pagato la tassa S.I.A.E. riguardante la tutela dei diritti d’autore. Una irregolarità che li è costata complessivamente circa 15mila euro di multa. La lotta all’abusivismo commerciale, alle truffe alimentari e alle carenze igienico-sanitarie che i carabinieri stanno portando avanti con successo nel comune di Gallipoli, continuerà anche nelle prossime settimane. Nel corso dei controlli, poi, i carabinieri, insieme agli uomini dello Spesal di Lecce, hanno controllato a Galatone due automarket, gestiti da commercianti del posto, adibiti a strutture per la somministrazione di cibi e bevande, attrezzati con tavoli, panchine ed altro per garantire la presenza di decine di avventori. Uno dei due automarket è stato sequestrato poiché privo della copertura assicurativa.

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + 17 =