E’ iniziata l’avventura dei 150 giovani salentini che tra martedi’ 9 e mercoledi’ 10 agosto hanno intrapreso Il viaggio verso La XXVI Giornata Mondiale dei Giovani, La cui meta quest’anno e’ La citta’ spagnola di Madrid.

La capitale attende migliaia di giovani provenienti da ogni parte del globo per festeggiare la propria FEDE “salda e radicata”, come recita il tema di quest’anno.
La Giornata Mondiale dei Giovani, si tiene ogni due anni e per ogni occasione viene scelta una meta diversa tra gli stati del mondo. Istituita dal Beato Giovanni Paolo II nel 1983, in occasione del 1950º anniversario della Risurrezione di Gesù, a Roma. Nel programma fu inserito il Giubileo internazionale della Gioventù in prossimità della Domenica delle Palme: in quell’occasione trecentomila giovani provenienti da più parti del mondo giunsero in città, ospitati da circa seimila famiglie romane. Nell’occasione Papa Giovanni Paolo II consegnò una croce di legno ai giovani che da allora presenzia alle veglie di tutti gli incontri internazionali e ha visitato decine di paesi in tutti i continenti, Lecce compresa.

Il 1985 fu proclamato dall’ONU Anno Internazionale della Gioventù. Giovanni Paolo II colse l’occasione per ripetere l’esperienza dell’anno precedente promuovendo un nuovo incontro, che chiamò trecentocinquantamila giovani, di nuovo la Domenica delle Palme. Nell’occasione il Papa istituì ufficialmente la “Giornata mondiale della gioventù”, da celebrarsi con cadenza annuale appunto la settimana precedente a Pasqua.

La prima edizione si svolse quindi a Roma il 23 marzo 1986. In quell’occasione Giovanni Paolo II si rivolse ai giovani di tutto il mondo con la lettera Sempre pronti a testimoniare la speranza che è in Voi, dando quindi appuntamento a tutti per l’anno successivo non di nuovo a Roma, ma a Buenos Aires. Negli anni dispari l’incontro si sarebbe quindi svolto in una città del mondo scelta dal papa.
E’ stata la volta poi di Częstochowa in Polonia, Manila nelle Filippine e Parigi in Francia. Nel 2000, anno del Giubileo, la GMG torno’ a Roma. Quella di Toronto in Canada fu anche l’ultima di Giovanni Paolo II. Nel 2005, venne celebrata a Colonia, in Germania e poi nel 2008 a Sidney in Australia.
Quest’anno tocca quindi alla Spagna e a Madrid. Nella capitale dal 16 al 22 agosto si riverseranno all’incirca 500.000 giovani provenienti da tutto il mondo e i Salentini non potevano mancare. Sono 150, provenienti dalla Diocesi di Lecce che comprende anche alcuni comuni, piu’ altri 170 della Diocesi di Otranto, in eta’ compresa tra i 16 e i 35 anni, tutti pronti ad affrontare un evento che certo comportera’ non pochi disagi data la mole dei partecipanti.
I giovani delle due diocesi sono partiti qualche giorno prima per un gemellaggio con una diocesi spagnola, della citta’ di Cuenca, ridente cittadina a 130 chilometri da Madrid. Ospitati dalle famiglie del posto i ragazzi hanno trascorso qualche giorno di vacanza, facendo amicizia con gli spagnoli e abituandosi al posto, prima di tuffarsi nei ritmi serrati della GMG che prevede oltre all’arricchimento spirituale, anche numerose attivita’ culturali. Saranno di libero accesso infatti, tutti i monumenti, i musei e i centri culturali di Madrid, oltre all’utilizzo gratuito di tutti i mezzi.
Da domani l’avventura continuera’, nella speranza che le notizie preoccupanti che giungono dalla Spagna di alcuni gruppi in protesta per i costi di questa manifestazione, non rovinino l’atmosfera di festa.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.